Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano: Concerto di Ucca al F-Actory e commemorazione delle Foibe a Teatro

Il fine settimana si apre con l'appuntamento live allo spazio autogestito di Sant'Antonio fuori le mura e termina al Gentile

Ucca in concerto

FABRIANO – Concerto al F-Actory di Fabriano con le nuove proposte di artisti fabrianesi. Si tratta del secondo appuntamento live dopo quello di dicembre con Skids from Hell.

Il F-Actory, lo spazio autogestito dei giovani di Fabriano in via Alcide De Gasperi si prepara ad accogliere un nuovo live concert: questa sera si esibirà infatti il rapper fabrianese UCCA (Gianluca Gatti), con un’esibizione dal titolo “Una cartolina con ansia”. Iniziativa promossa dall’associazione Microclima nell’ambito del ciclo “Scimmie che urlano”, che vuole dare voce ai musicisti più innovativi della scena giovanile fabrianese. In coda al concerto di UCCA, si esibiranno anche i Re_Search, gruppo di musica elettronica anch’esso under-35

La data 0 è stata lo scorso 27 dicembre, con il rapper fabrianese Leonardo Balducci, in arte Skidz from hell, classe ’98 componente del collettivo hip-hop fabrianese ASED: una serata coinvolgente, con il pienone di giovani.

Il ciclo proporrà altri appuntamenti lungo tutto l’anno, con un’iconografia inconfondibile ispirata ai murales che gli street artist maceratesi Nicola Alessandrini e Marco Filicio Marinangeli hanno realizzato nello spazio durante lo Street Art Contamination Contest dello scorso settembre.

Domani 9 febbraio, invece, l’appuntamento da non perdere sarà al Teatro Gentile di Fabriano, con la stagione promossa dal Comune con l’Amat e il contributo di Regione Marche e MiBACT. In cartellone alle 17, Esodo, un racconto per voce, parole e immagini condotto da Simone Cristicchi che trae spunto dalla vicenda storica contenuta nello spettacolo teatrale Magazzino18 di cui Cristicchi fu magistrale interprete. Il grande successo della tournée incise a fondo nella coscienza sociale italiana, tanto da far riaffiorare una memoria (a tratti) rimossa, fra cui quella delle Foibe, e dell’esodo di massa di cittadini italiani, che dopo il trattato di pace del 1947 dovettero lasciare vasti territori dell’Istria, e di quella fascia della costiera adriatica, terminando così di essere geograficamente italiani. Al termine della rappresentazione, Simone Cristicchi incontrerà il pubblico e gli studenti del progetto Scuola di platea per un momento di riflessione. All’evento parteciperà il Presidente del Consiglio Regionale delle Marche Antonio Mastrovincenzo presentando l’opuscolo realizzato in occasione delle Celebrazioni del Giorno del Ricordo 2019 che videro protagonista proprio Simone Cristicchi. L’opuscolo, che sarà donato agli studenti, è il risultato di un’iniziativa promossa dal Consiglio Regionale delle Marche e raccoglie gli interventi dei relatori che hanno partecipato alle Celebrazioni: oltre al Presidente Mastrovincenzo, Franco Rismondo (Presidente del Comitato di Ancona dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia Dalmazia), Luca Ceriscioli (Presidente della Giunta Regionale), con la partecipazione dell’artista Simone Cristicchi, in dialogo con Gilberto Santini (Direttore AMAT).