Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Elezioni Marche: aree di crisi complessa al centro delle politiche regionali

A dichiararlo è la candidata al consiglio regionale per Fratelli d’Italia Mirella Battistoni. «Va valutata la creazione di una "zona franca" in modo da avere decontribuzioni e defiscalizzazioni da subito»

Francesco Acquaroli e Mirella Battistoni

FABRIANO – «Le aree di crisi complessa della Val Vibrata-Valle del Tronto-Piceno, del distretto Fermano-Maceratese e delle aree coinvolte dalla crisi della ex-A. Merloni devono essere al centro dell’attenzione dell’azione del Governo regionale affinché vengano tutelati i processi di industrializzazione e la produttività. A dichiararlo è la candidata alle elezioni regionali per Fratelli d’Italia – lista provincia di Ancona – al consiglio regionale della Marche, Mirella Battistoni. «Va valutata la creazione di una “Zona Franca” in modo da avere decontribuzioni e defiscalizzazioni da subito. Questo è un modo fattivo da parte di un’amministrazione regionale per affrontare la crisi dei distretti economici marchigiani. Ed è questa una delle azioni che porteremo avanti una volta eletti alla guida delle Marche con Francesco Acquaroli presidente».

Battistoni continua, mettendo in luce uno dei punti del programma: «Per motivi professionali, da oltre 20 anni sto dando il mio fattivo contributo per risollevare le sorti del distretto economico fabrianese, accompagnando le aziende nel partecipare a bandi per intercettare finanziamenti. Credo che sia fondamentale ripensare all’economia del distretto di Fabriano rafforzando e difendendo l’esistente. Tutti quegli imprenditori, e sono tanti, che continuano a credere nella loro attività imprenditoriale, che lottano nei mercati nazionali e internazionali, che con grande spirito di abnegazione non licenziano, ma sono pronti a reinventarsi. A tutti loro, le istituzioni devono dare un aiuto concreto, ascoltandoli e avendo l’umiltà di lasciarsi consigliare e guidare. La politica ha il compito di aiutare non complicare. Questo è lo spirito che anima la coalizione di centrodestra».

«Accanto all’esistente, abbiamo anche il compito di rendere sempre più attraente il nostro territorio. Per questo occorre che, con gli attuali strumenti, possiamo mettere in campo tutte le azioni per dar vita a un sistema di incentivi per favorire processi di reindustrializzazione in modo tale da diversificare le produzioni. L’occasione che ci si presenta con i fondi europei del Recovery Found è da non perdere. Ed è quello che faremo grazie al vostro voto», conclude la candidata alle Regionali in quota Fratelli d’Italia, Mirella Battistoni.