Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Elezioni a Fabriano: la Cna ha incontrato i 4 candidati a sindaco, i temi trattati

I vertici locali, infatti, hanno organizzato dei summit con ciascuno dei candidati a Sindaco proponendo la propria visione della città nell’arco dei prossimi 5 anni

Una veduta di Fabriano|
Una veduta di Fabriano

FABRIANO – Poker di incontri nella sede di Fabriano della Cna. I vertici locali, infatti, hanno organizzato dei summit con ciascuno dei candidati a Sindaco proponendo la propria visione della città nell’arco dei prossimi 5 anni. In rigoroso ordine di posizionamento nella scheda elettorale, i principali contenuti dei vari incontri.

Incontro tra i vertici locali della Cna e il candidato Vinicio Arteconi

Vinicio Arteconi coalizione Progressista

Il Presidente Cna Maurizio Romagnoli ed il Segretario Marco Silvi hanno ospitato presso la sede locale dell’associazione il Vinicio Arteconi, toccati vari temi cari alla CNA tra i quali il lavoro, la formazione ed il turismo. Alla richiesta dell’associazione di accorpare in un unico assessorato tanto le attività produttive quanto il commercio, Arteconi ha risposto di aver intenzione di istituire un “super assessorato” allo sviluppo economico che abbia le competenze e le capacità di interagire costruttivamente con tutti gli imprenditori e di favorire rapporti continui e costanti con le associazioni di categoria, istituendo anche un tavolo permanente sulla complessa questione del lavoro a Fabriano. Sul tema della formazione, direttamente interconnesso a quello del lavoro: l’intenzione è quella di riportare in città alcuni corsi accademici, in particolare vi è la chiara volontà di organizzare un corso di specializzazione sulla carta che possa fornire un contributo concreto e fattivo al tessuto artigianale apportando nuove competenze e professionalità. La Cna ha, infine, chiesto attenzione all’imprenditoria femminile e allo sviluppo turistico del comprensorio, oltre alla valorizzazione del patrimonio naturalistico mediante mirate collaborazione con associazioni di settore, si è rimarcata la necessità di mettere in chiara e costante connessione l’artigianato con il turismo stesso.

Incontro tra i vertici locali della Cna e il candidato Roberto Sorci

Roberto Sorci sostenuto da una coalizione trasversale, civica, di ispirazione centrodestra

La CNA, tra i vari spunti offerti a Sorci, ha rimarcato la necessità di rendere pienamente spendibile e maggiormente efficace la rete infrastrutturale a servizio delle imprese, garantendo servizi in linea con le reali esigenze del tessuto imprenditoriale. Si è discusso anche di una maggiore valorizzazione del centro storico di Fabriano, in questo senso l’associazione di categoria locale ha chiesto di valutare concretamente la possibilità di ampliare la superficie di parcheggio per le auto. Roberto Sorci ha rassicurato sulla ferma determinazione della sua coalizione nel ridisegnare la macchina comunale per far risparmiare tempo prezioso ai titolari d’impresa nell’espletamento delle innumerevoli procedure cui gli imprenditori devono far fronte. Grande attenzione anche in merito alle cosiddette infrastrutture immateriali con un monitoraggio attento e costante di tutta la rete di forniture al fine di prevenire inconvenienti e disservizi. Sul turismo, Sorci ha parlato di Fabriano non con l’accezione di Comune capofila, bensì come Città comprensorio, evidenziando inoltre la rapida valutazione di progetti di rivisitazione e ampliamento dei parcheggi posti in prossimità del centro storico. Infine, si è posto l’accento sull’importanza di garantire una efficace filiera di rapporti istituzionali a tutti i livelli, privilegiando, fra gli altri, i rapporti con l’amministrazione regionale.

Incontro tra i vertici locali della Cna e il candidato Daniela Ghergo

Daniela Ghergo sostenuta da Coalizione Democratica

La CNA fabrianese ha espresso alcune richieste condivise dal Direttivo e dagli iscritti dell’associazione tra le quali lo snellimento delle procedure burocratiche degli uffici comunali, l’urgenza di provvedere all’ottimizzazione o alla creazione di adeguate infrastrutture sia materiali che immateriali nelle principali aree industriali del Comune, la facilitazione e il rafforzamento dei rapporti con le amministrazioni dei paesi limitrofi anche in ottica di rilancio del settore turistico, oltre alla calendarizzazione di incontri periodici con i rappresentanti delle varie associazioni di categoria. Daniela Ghergo ha confermato l’impegno prioritario di procedere verso una puntuale riorganizzazione della macchina comunale che preveda anche la sua digitalizzazione per velocizzarne l’attività e i servizi e una completa ristrutturazione dell’ufficio tecnico. Grande attenzione da parte della candidata anche verso la rivitalizzazione del centro storico mediante incentivi dedicati alle nuove attività commerciali e artigianali e verso lo sviluppo turistico dell’area, in particolare con l’individuazione di itinerari artistici e naturalistici sia urbani che extra urbani. Si è parlato anche di politiche energetiche ispirate a progetti già realizzati in alcuni Comuni della Provincia e della necessità di accorpare in un unico assessorato tanto le attività produttive quanto il commercio, con uno sportello loro dedicato.

Incontro tra i vertici locali della Cna e il candidato Ioselito Arcioni

Ioselito Arcioni sostenuto dal Movimento 5 Stelle

Il Presidente della CNA locale Maurizio Romagnoli ha proposto di orientare l’azione amministrativa verso politiche di sostenibilità energetica, Arcioni in risposta ha rimarcato come i temi legati ad uno “sviluppo green” siano stati da sempre faro dell’attuale Giunta e che proseguiranno con installazione di impianti di risparmio energetico su specifici edifici pubblici. Dall’associazione di categoria sono state chieste misure per favorire il consolidamento e la crescita dei flussi turistici. Arcioni ha evidenziato l’intenzione di potenziare l’offerta turistica attraverso uno I.A.T. informatizzato in rete con i Comuni di Matelica e Sassoferrato. Quindi ha difeso il PUMS, rivendicandolo come un modello vincente e basato sull’assunto di come il primo cliente del negozio di vicinato sia il pedone o il ciclista, non certo l’automobilista. Prioritario per i pentastellati anche procedere immediatamente con il potenziamento di una cabina di regia dedicata all’organizzazione di eventi coinvolgendo associazioni di categoria quanto di tutti gli altri organi associativi della città. Infine, alla richiesta di CNA di favorire una generale sburocratizzazione degli uffici, Arcioni ha confermato la volontà di creare uno sportello unico al servizio del cittadino attraverso la fusione del SUE, del SUAP, dell’ufficio commercio e di parte delle funzioni dell’ufficio ambiente.