Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Donna rapinata nel negozio del figlio a Fabriano

Un malvivente ha puntato un oggetto alla schiena di una 48enne, le ha intimato di aprire la cassa e poi è stato il rapinatore a prendere il denaro in contanti. Evidentemente non pago, si è fatto consegnare la borsa. Un bottino, dunque, che dovrebbe aggirarsi attorno ai 550 euro

FABRIANO – Rapina nel negozio Copral di via Brodolini in zona Borgo a Fabriano. Un malvivente ha puntato un oggetto alla schiena di una donna, le ha intimato di aprire la cassa e poi è stato il rapinatore a prendere il denaro in contanti. Evidentemente non pago, si è fatto consegnare la borsa, ha rovistato all’interno e preso i soldi. Un bottino, dunque, che dovrebbe aggirarsi attorno ai 550 euro. Vittima una donna 48enne, calabrese, che stava sostituendo suo figlio, titolare del negozio di mangimi per animali, perché diventato papà da qualche settimana.

La donna ha raccontato alle forze dell’ordine di aver chiuso il negozio regolarmente alle 19 e fatto rientro a casa nella serata di lunedì scorso. Dopo circa un’ora, però, si è accorta di aver dimenticato le sigarette ed ha fatto ritorno al negozio. Dopo aver aperto la porta, qualcuno le ha puntato qualcosa alla schiena. Ha parlato per pochi secondi, intimando alla donna di aprire la cassa e consegnargli i soldi. Non solo, poi, ha arraffato la borsa della 48enne e si è dileguato.

Complessivamente, pochi minuti di terrore che hanno lasciato letteralmente senza fiato, la donna che ha prontamente allertato le forze dell’ordine raccontando quanto accaduto. Ha parlato di una voce giovane, probabilmente italiano, con inflessione di Fabriano o, comunque, della zona. L’oggetto puntato alla schiena non è stato in grado di descriverlo, sembra abbia negato potesse essere un coltello perché non molto appuntito. Poteva essere, dunque, di tutto: dalla pistola vera, a un giocattolo, passando per un oggetto innocuo, ma in grado di spaventare terribilmente chi si è trovato a vivere quegli istanti.

Dopo aver preso i soldi in cassa, ha rovistato nella borsa della 48enne, ha trovato il portafoglio e preso i contanti. Quindi, è scappato via a piedi con circa 550 euro di bottino. L’episodio, tenuto nel massimo riserbo per ragioni investigative, si è saputo solo oggi. L’attività investigativa è comunque prontamente partita e non potrà avvalersi di immagini di telecamere. Nel negozio non ci sono e sono poche quelle nella zona.