Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Domani pomeriggio a Fabriano i funerali di Ida Tomassoni

L'82enne è deceduta in un terribile incidente stradale avvenuto il 7 ottobre scorso lungo la strada che collega la città con la frazione di Albacina, all'altezza di Rocchetta. Un malore fatale all'origine della tragedia

Il momento del tragico ritrovamento dell'auto nella scarpata

FABRIANO – Domani pomeriggio i funerali di Ida Tomassoni, l’82enne deceduta a Fabriano in un terribile incidente stradale avvenuto intorno alle 20 del 7 ottobre scorso. A farle perdere il controllo della minicar che guidava, un malore fatale che non le ha lasciato scampo.

Domani mattina, 10 ottobre, nella chiesa di San Giuseppe Lavoratore alle 15, le esequie dell’anziana. Il corteo funebre si muoverà qualche minuto prima dall’obitorio dell’ospedale Engles Profili di Fabriano in direzione della chiesa del quartiere Piano. Il feretro sarà, successivamente, tumulato all’interno del cimitero di Santa Maria.

La donna, originaria di Morro d’Alba, era rimasta vedova da neppure un anno. Sabato scorso, stava rientrando a casa dopo una serata trascorsa con alcuni amici in località Rocchetta di Fabriano. In un tratto di strada sterrata, il malore fatale. Non ha neppure fatto in tempo ad accostare la minicar che guidava. L’auto, ormai senza controllo, è finita in una scarpata. Un terribile volo di circa 26 metri, con la minicar che si è capottata diverse volte, rimanendo comunque in moto.

Alcuni automobilisti in transito hanno assistito alla scena e allertato i soccorsi. Sul posto si sono precipitati tutti. I vigili del fuoco, insieme ai rappresentanti di polizia e carabinieri, si sono calati per raggiungere la donna, ormai esanime. Nel frattempo, è giunta anche l’ambulanza del 118 dell’ospedale Engles Profili.

I sanitari hanno provato dei disperati tentativi di rianimazione. Purtroppo, però, non c’è stato nulla da fare se non constatarne il decesso.

L’82enne è stata portata all’obitorio del presidio ospedaliero cittadino. Dove è stata allestita anche la camera ardente. Sono stati in tanti coloro che ci si sono recati per stringersi attorno al dolore dei familiari per una morte così improvvisa e tragica. La pensionata era molto amata nel quartiere dove risiedeva per i suoi modi gentili e sempre improntati alla cordialità.