Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Dimissioni Pascucci: Forza Italia, Fabriano Progressista e Pd invitano il sindaco a dimettersi

Olindo Stroppa, Andrea Giombi e Francesco Ducoli chiedono al primo cittadino Gabriele Santarelli di verificare se sia ancora in grado di andare avanti, visto che la giunta ha perso due assessori

Comune di Fabriano

FABRIANO – Dimissioni dell’assessore di Fabriano ai Lavori pubblici, Cristiano Pascucci, le opposizioni chiedono chiarezza e invitano il sindaco, Gabriele Santarelli, a trarre le dovute conclusione. Vale a dire, a dimettersi. L’ex assessore Pascucci ha chiarito come alla base della propria decisione ci siano stati dissidi con la macchina comunale, nello specifico la Segretaria comunale e il dirigente dell’ufficio Assetto del territorio, ma anche problematiche legate a una non condivisione delle ultime scelte operate dalla Giunta, quindi dai suoi colleghi di Esecutivo. Le opposizioni hanno preso la palla al balzo per attaccare la maggioranza pentastellata che governa da quattro anni Fabriano.

«Altra tegola su questa Amministrazione già in difficoltà dopo le dimissioni dell’assessore al Bilancio che in un anno non sono riusciti a sostituire. Ora le dimissioni dell’assessore Pascucci titolare di importanti deleghe. Per serietà nei confronti dei cittadini il sindaco dovrebbe prendere atto che questa amministrazione non ha più ragione di esistere. Due figure fondamentali per il funzionamento della macchina amministrativa vengono a mancare e per serietà verso chi lo ha votato nel 2017 dovrebbe dare le dimissioni e rimettere il mandato in mano ai cittadini», attacca il capogruppo di Forza Italia, Olindo Stroppa.

«Dopo 4 anni di amministrazione dove nulla è stato fatto, nessuno dei punti del programma è stato completato, l’inerzia di questa amministrazione è sotto gli occhi di tutti. Hanno trascorso tutto questo tempo lamentandosi dell’inefficienza di chi li ha preceduti. Concordo che chi ha governato nei decenni precedenti sia stato assente e abbia lasciato una città in completo abbandono, ma non posso non evidenziare come chi governa ora, che prometteva di rivoltare il Comune come un calzino, nonostante i milionari avanzi di amministrazione, stia dimostrando la completa incapacità di svolgere questo ruolo così importante per il futuro della nostra comunità. Per questo credo che dovrebbero ammettere in tutta onestà che ci hanno provato, ma non ci sono riusciti, rassegnando le dimissioni e ridando voce ai cittadini», conclude Stroppa.

Concorde il collega di opposizione, Andrea Giombi, di Fabriano Progressista. «Le dimissioni dell’Assessore ai Lavori pubblici si aggiungono alla assenza dell’Assessore al Bilancio. Ritengo che l’amministrazione a 5 stelle non possa continuare a governare la città. Tutto ciò va a discapito dei fabrianesi».

Infine, il segretario della sezione di Fabriano del Pd, Francesco Ducoli, invoca chiarezza. «Sono sinceramente stanco del balletto al quale la città è costretta ad assistere da mesi. Sono molto preoccupato, non possiamo permetterci di lasciare la città ostaggio di ripicche e veti incrociati. A Fabriano ci sono gravissimi problemi, che non possono più aspettare i comodi di questa giunta per essere affrontati. La città deve sapere subito e chiaramente se questa maggioranza è in grado di mettere in piedi una giunta immediatamente operativa, senza interim gestiti come scambi di figurine, altrimenti ne tragga le dovute conseguenze e dia un segnale di dignità lasciando che l’elettorato si esprima per dare al nostro Comune una nuova prospettiva politica e amministrativa».