Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano: Sinfonica e Prosa, doppio appuntamento al Gentile

Prima lo spettacolo con la Form e le atmosfere russe. Poi, un cast di alto livello tutto al femminile per chiudere il weekend

Il cast al femminile di Otto donne e un mistero

FABRIANO – Due spettacoli in meno di 24 ore sul palcoscenico del teatro Gentile di Fabriano. Questa sera 25 gennaio, appuntamento con la Form. Domani pomeriggio con la stagione di prosa. «Questa Amministrazione – evidenzia l’assessore alla Cultura, Ilaria Venanzoni – punta moltissimo sul nostro gioiello con stagioni di prosa, sinfonica e lirica, di altissimo livello. E i numeri degli abbonamenti e dei biglietti staccati al botteghino, ci conforta in questo nostro agire».

Primo appuntamento questa sera a partire dalle 21, con la stagione sinfonica. Due giovani interpreti per il nuovo programma della Form, dal titolo Anima Russa: Čajkovskij – Šostakovich. Insieme all’orchestra Filarmonica marchigiana, diretta da Alessandro Bonato, tra i più interessanti della nuovissima generazione, vincitore del 3° premio assoluto alla The Nicolai Malko Competition for young conductors 2018, il ventenne violoncellista Francesco Stefanelli, che ha recentemente ottenuto l’idoneità come primo violoncello dell’orchestra Cherubini di Ravenna diretta da Riccardo Muti per il prossimo triennio. In programma il concerto per violoncello e orchestra n. 1 in mi bemolle magg., op. 107 di Dmítrij Dmítrievič Šostakovič e la Sinfonia n. 5 in mi min. op. 64 di Petr Ilic Čajkovskij.

Domani pomeriggio, 26 gennaio alle 17, torna la stagione di prosa con un cast tutto al femminile. Anna Galiena, Debora Caprioglio, Caterina Murino, Paola Gassman, Antonella Piccolo, Claudia Campagnola, Giulia Fiume e Mariachiara Di Mitri sono in scena con la commedia Otto donne e un mistero, regia di Guglielmo Ferro, musiche di Massimiliano Pace, scene Fabiana Di Marco, costumi di Francoise Raybaud, disegno luci Aliberto Sagretti, per la produzione della Pirandelliana insieme a Compagnia Molière e ABC Produzioni.

«La commedia è un ingranaggio perfetto per sedurre lo spettatore contemporaneo e tenerlo con il fiato sospeso, dosando con maestria ironia e giallo. Quattro donne di talento scuotono il testo con i loro segreti e le loro ambizioni: nessuna complicità e nessuna invidia, ma un solo fine: la loro famelica sopravvivenza», anticipano gli organizzatori.