Art-bonus a Fabriano da parte di un “mecenate”: restauro pianoforte storico

Sarà restaurato, grazie a 15mila euro donati al Comune, il pianoforte di proprietà municipale denominato Jos Wopaterni, costruito nel 1850 a Vienna e posizionato all'interno del foyer del teatro Gentile. La donazione è stata effettuata da Roberto Pellicciari

Il teatro Gentile a Fabriano
Il Teatro Gentile a Fabriano

FABRIANO – Un importante utilizzo dell’art-bonus per Fabriano. Sarà restaurato, grazie a 15mila euro donati al Comune, il pianoforte di proprietà municipale denominato Jos Wopaterni, costruito nel 1850 a Vienna e posizionato all’interno del foyer del teatro Gentile. La donazione è stata effettuata da Roberto Pellicciari, di origini fabrianesi, ma da anni residente in Umbria dove è alla guida dell’azienda Tes Pharma. Un gesto che conferma la vicinanza del chimico e farmacologo di fama internazionale nei confronti della sua città natale.

Pellicciari, dopo aver completato gli studi al Liceo Classico Stelluti di Fabriano, si è trasferito in Umbria per proseguire con gli studi universitari. La sua grande preparazione e professionalità, gli hanno consentito di raggiungere presto una fama meritata a livello nazionale e non solo. Eppure, anche perché parte della sua famiglia è ancora residente a Fabriano, spesso e volentieri – compatibilmente con i suoi numerosi impegni – torna in città.

Grazie a questa donazione che rappresenta un atto d’amore nei confronti di Fabriano, ma anche un modo per rafforzare la sua grande passione per la musica, visto che da piccolo ha imparato a suonare il violino. «Qualche tempo fa quando tornai a Fabriano, ebbi modo di ascoltare un concerto a Palazzo Moscatelli e di parlare con Carla Tomassini e gli esponenti della locale Accademia dei Musici. Mi segnalarono quel pianoforte a rischio degrado e subito mi sono offerto di finanziare l’intervento. Peraltro del pianoforte mi ricordavo bene perché a 8 anni mio padre ha iniziato a farmi a seguire da giovanissimo spettatore alcuni concerti in particolare di musica lirica, in qualche caso proprio sulle note di quell’antico strumento», racconta Pellicciari.

Ora, non spetta che al comune di Fabriano individuare i professionisti per eseguire il restauro e magari organizzare anche un’iniziativa non appena, questo, sarà completato. Anche alla presenza del benefattore che consentirà con la sua donazione di 15mila euro, di far riprendere vita a un pianoforte storico presente a Fabriano.