Beccata la “furbetta” dei rifiuti a Fabriano: in arrivo la multa

Prima guarda a destra e sinistra. Poi, getta i rifiuti, contenuti nel secchio, in mezzo alla campagna. Donna immortalata da una foto trappola posizionata dal Comune per contrastare questo odioso fenomeno

Alcuni esempi di rifiuti abbandonati a Fabriano

FABRIANO – Prima guarda a destra e sinistra. Poi, getta i rifiuti, contenuti nel secchio, in mezzo alla campagna. Purtroppo per la donna, però, vi era una foto trappola posizionata dal comune di Fabriano per contrastare questo odioso fenomeno.

«Le foto trappole stanno facendo il proprio dovere, forse anche gli incorreggibili zozzoni farebbero meglio a farlo», il commento del sindaco, Gabriele Santarelli. La donna potrebbe essere raggiunta a breve da una multa, intorno ai 600 euro.

È il secondo caso che si registra a Fabriano di persona identificata perché getta i rifiuti dove non dovrebbe e solo perché non si vuole fare, bene, la raccolta differenziata. Per ovviare a questo tristissimo fenomeno, l’Amministrazione comunale di Fabriano ha deciso un ulteriore giro di vite. Infatti sono state posizionate alcune foto trappole in luoghi dove spesso e volentieri, purtroppo, ignoti hanno lasciato i loro rifiuti, anche ingombranti. Non sono mancate fotografie postate su Facebook che ritraevano divani, poltrone, tavoli, elettrodomestici. Tutto materiale che, se solo si fosse usufruito del servizio di ritiro dei rifiuti ingombranti gratuito, sarebbe stato ritirato presso le abitazioni dei residenti in questione.

E, invece no. Ci si crede più furbi degli altri e si corre il rischio, magari ridacchiando perché non si è scoperti. Questa volta, come accaduto tre mesi fa, la responsabile – pare residente in una frazione di Fabriano – è stata identificata e a breve le arriverà una multa direttamente dagli agenti della Polizia municipale cittadina. Ciò che sorprende, anche in questo secondo caso, è il fatto che non si tratta di giovani, ma di fabrianesi di una certa età che, quindi, con piena coscienza compiono questo gesto.

Da parte sua, l’Amministrazione comunale di Fabriano intende andare avanti con la politica di rafforzamento della raccolta differenziata anche in vista di uno “sconto” più corposo per tutti i residenti per la Tari a partire dal 2020, come più volte annunciato e promesso, se i dati percentuali continueranno a far attestare Fabriano oltre il 70%, dal primo cittadino pentastellato.