Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Emergenza furti a Sassoferrato: sono almeno quindici i colpi andati a segno negli ultimi tempi

Ma il numero potrebbe anche essere maggiore, visto che in molti – sconfortati – avrebbero deciso di non presentare neppure una regolare denuncia. Chiesti maggiori controlli alle forze dell'ordine. E si inizia a parlare di ronde di cittadini

Veduta del borgo di Sassoferrato

SASSOFERRATO – Circa quindici furti denunciati a Sassoferrato e nel suo comprensorio negli ultimi tempi. Ma il numero potrebbe anche essere maggiore, visto che in molti – sconfortati – avrebbero deciso di non presentare neppure una regolare denuncia. Chiesti maggiori controlli.

Non passa settimana, ormai, senza che si abbia notizia di qualche furto effettuato fra Fabriano e Sassoferrato. Due quelli più recenti. I ladri hanno colpito in una casa situata lungo la strada che conduce a Monterosso e sono riusciti ad aprire una cassaforte, impossessandosi di gioielli in oro e argento. Valore del bottino che dovrebbe aggirarsi attorno ad alcune migliaia di euro.

Il secondo episodio, invece, è avvenuto a Sassoferrato, con i malviventi che sono riusciti a penetrare all’interno di un appartamento. Hanno messo a soqquadro tutte le stanze, rovistando ovunque: cassetti, armadi, librerie. Una spasmodica ricerca che ha dato i suoi frutti, visto che i ladri sono riusciti a scovare mille euro in contanti che erano nascosti all’interno di una rivista. Il proprietario della casa era certo di aver trovato un nascondiglio a prova di ladri. E, invece, non è stato così.

Altri furti sono segnalati, da tempo, lungo la strada di Piano di Frassineta, a Monterosso, in località San Giovanni verso Giontarello. Secondo alcuni dovrebbero essere, complessivamente, circa 15 i furti segnalati alle forze dell’ordine nelle ultime settimane. Ma molti, sembra, che abbiano deciso di non segnalarli neppure. E c’è chi inizia a parlare di ronde o, comunque, un servizio notturno messo in piedi dagli stessi residenti per le vie di Sassoferrato e del vasto territorio.

Considerata la stagione estiva, sono pochi coloro che decidono di dormire con le finestre aperte. Troppa paura di facilitare i malintenzionati. Si dorme poco e male, ma è sempre meglio di vedere violata la propria intimità. Ovviamente, si chiede un rafforzamento dei controlli da parte delle forze dell’ordine, soprattutto nelle zone periferiche di Sassoferrato.