Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Covid: scuola dell’infanzia chiusa a Cerreto D’Esi. Positivi a Fabriano e Serra S. Quirico

Torna a preoccupare la pandemia che entra negli istituti comprensivi dei Comuni dell'Ambito 10. Intanto prosegue la campagna vaccinale sul territorio

Cerreto d'Esi
Cerreto d'Esi

FABRIANO – Torna a preoccupare la pandemia da Covid anche nei cinque comuni dell’Ambito 10. A Cerreto D’Esi chiusa fino a domani compreso la scuola dell’infanzia. A Fabriano sono segnalate due classi in quarantena. Guardia sempre alta a Sassoferrato, Genga e Serra San Quirico. Mentre prosegue la campagna vaccinale nella nuova sede del punto vaccinale allocato nella sede dell’ex Ufficio delle entrate nel centro commerciale il Gentile. Ma non si escludono novità anche in questo campo, qualora i numeri sulle positività si facessero più preoccupanti o se si dovesse imprimere una nuova accelerazione nella somministrazione della cosiddetta dose “booster”.

Gli istituti toccati dal covid

A Cerreto D’Esi è stato riscontrato un caso di positività tra una collaboratrice della scuola dell’infanzia che ha fatto scattare la chiusura del plesso almeno fino a domani, 16 novembre, compreso. Lo comunica il sindaco, David Grillini. «Il dirigente scolastico mi ha comunicato – dichiara – che la scuola dell’Infanzia resterà preventivamente chiusa oggi e domani a causa della positività al Covid-19 di una collaboratrice. Al momento, per la data di riapertura, restiamo in attesa di provvedimenti formali che ci verranno trasmessi dal Dipartimento di Prevenzione dell’Asur Area Vasta 2 nei prossimi giorni». A Fabriano, a ieri, vi sono 22 positivi e 77 in quarantena, compresi di due classi. A Sassoferrato, dopo alcune settimane, non ci sono casi di positività al Covid-19, ma solo sette persone in quarantena. Idem Genga: nessun positivo al Coronavirus e solo 3 persone in quarantena. A Serra San Quirico, invece, i positivi sono inferiori a cinque unità e 12 le persone costrette alla quarantena. Una situazione, dunque, che sembra essere ancora abbastanza sotto controllo. E proprio per questo tutti i Sindaci dei cinque comuni dell’Ambito 10 continuano a raccomandare il rispetto delle normative in vigore, «per permetterci di continuare a tenere sotto costante controllo la pandemia».