Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Coronavirus: vaccinate le prime 256 persone over 80 nei Comuni dell’Ambito 10

Mentre continuano a crescere i tamponi positivi nel comprensorio fabrianese, Sassoferrato proroga la chiusura della scuola

Parte la vaccinazione a Fabriano

FABRIANO – È ufficialmente partita la campagna di vaccinazione anti Coronavirus per gli over80 nei cinque Comuni dell’Ambito 10: Fabriano, Genga, Sassoferrato, Cerreto D’Esi e Serra San Quirico. Sono sette le date individuate in questa prima fase. Si è partiti questa mattina, 22 febbraio, con le prime 256 somministrazioni ad altrettante persone prenotate, una media di 24 vaccini ad ora suddivisi per le tre postazioni attivate. Medesimo numero per gli altri due appuntamenti di questa settimana, il 24 e 26 febbraio. Le altre date individuate sono: 2-8-10-12 marzo. Previsto un doppio turno: dalle 8:30 alle 13:30 e dalle 14:30 alle 20 con interventi di sanificazione delle tre postazioni allestite all’interno della palestra Aldo Moro.

Dopo la certezza della presenza delle varianti “inglese” e “brasiliana”, rispettivamente a Sassoferrato e Cerreto D’Esi, il comprensorio fabrianese fa i conti con la decisione della Giunta della Regione Marche di aver posto la città sentinate in zona arancione. Salvi, per il momento, gli altri quattro Comuni che restano, dunque, in zona gialla.

La situazione è, comunque, monitorata e si spera che non si debbano applicare ulteriori misure restrittive per porre un freno all’impennata dei contagi da Coronavirus. A Fabriano, 9 tamponi positivi in più, i numeri dall’inizio della pandemia sono 1.418 casi accertati: 171 attualmente positivi, 1.201 guariti e, purtroppo, 43 decessi. In quarantena e/o isolamento fiduciario ci sono 452 fabrianesi. All’ospedale Engles Profili ci sono 3 persone attualmente ricoverate nei posti letto approntati nell’area grigia. In attesa, si spera presto, che possano essere trasferiti in strutture ospedaliere Covid+.

L’esterno della palestra per le vaccinazioni

Come detto Sassoferrato a partire da domani, 23 febbraio, sarà ufficialmente zona arancione e per questo motivo è stata prorogata la chiusura alla didattica in presenza all’istituto comprensivo Brillarelli, frequentato da 694 studenti sia di Sassoferrato che della vicina Genga, fino al prossimo 27 febbraio compreso. I casi dall’inizio della pandemia di Covid-19 nella città sentinate sono 316: 155 attualmente positivi, 155 guariti e 6 decessi. A questi si aggiungono 326 persone sottoposte a quarantena fiduciaria. «Sono molto soddisfatto dell’alta adesione allo screening sulla popolazione scolastica e, ovviamente, anche del numero basso di tamponi positivi. Ma dobbiamo essere ancora prudenti, per questo – visto anche l’ingresso da domani nell’area arancione – ho deciso di prorogare la chiusura dell’istituto comprensivo di Sassoferrato fino a fine mese. Se non ci sarà una recrudescenza, si tornerà alla didattica in presenza dal primo marzo prossimo. È un momento difficile, ma sono certo che ne usciremo con il rispetto delle regole e il grande senso civico di tutti», commenta il sindaco, Maurizio Greci.

Tornando ai numeri. A Cerreto D’Esi, dove ufficialmente è stata isolata la variante “brasiliana” del Coronavirus, 11 tamponi positivi in più. Dall’inizio della pandemia sono 127 i casi di Coronavirus registrati: 21 attualmente positivi, 101 guariti e 4 decessi. Le persone in quarantena e/o isolamento fiduciario sono 20. «Esortiamo la popolazione ad aumentare la soglia di attenzione, siamo tutti chiamati ad una responsabilità collettiva, affinché la nostra comunità riesca a contenere i focolai. Siamo consapevoli che l’inizio delle belle giornate porti con sé il desiderio legittimo di uscire e socializzare, tuttavia la situazione impone ancora dei sacrifici da parte di tutti. Dobbiamo necessariamente evitare di affollare parchi e locali ed impedire che si creino assembramenti.  In accordo con le forze dell’ordine abbiamo pianificato un aumento dei controlli sul territorio comunale», specifica il sindaco, David Grillini.

A Genga 2 nuovi positivi al Covid-19. Dall’inizio della pandemia sono 81 i casi complessivi, di cui 23 gli attualmente positivi, 53 guariti e, purtroppo, 5 decessi. Le persone in isolamento fiduciario e/o quarantena sono 60. In controtendenza Serra San Quirico con 4 guarigioni. I numeri dall’inizio della pandemia da Coronavirus hanno fatto registrare 119 casi complessivi: 8 gli attualmente positivi, 109 guariti e due vittime. Sono 22 i serrani in isolamento fiduciario e/o quarantena.