Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Coronavirus, Fabriano: settimana decisiva per capire l’andamento del contagio

Si apre la settimana decisiva per capire se il ritorno al lavoro di migliaia di persone negli stabilimenti delle aziende del distretto economico possa aver influito sui contagi

La consegna delle mascherine e dell'attestato

FABRIANO – Si apre la settimana decisiva per capire se il ritorno al lavoro di alcune migliaia di persone negli stabilimenti delle aziende del distretto economico di Fabriano e l’allentamento di alcune misure per ciascun cittadino possa o meno aver influito sui contagi da Coronavirus nei cinque Comuni dell’Ambito 10. Intanto, proseguono i gesti di solidarietà nei confronti degli operatori sanitari dell’ospedale Engles Profili che hanno gestito egregiamente la fase più acuta dell’emergenza pandemica.

Una settimana piena di lavoro per le “Big” del distretto economico di Fabriano e per tutte le piccole e medie imprese della filiera, ma anche di altre produzioni. Sono state alcune migliaia i lavoratori che si sono messi alle spalle una settimana di lavoro completa. Tante le misure per salvaguardare la loro salute messe in piedi dalle imprese. Si spera, quindi, che non ci sia una nuova impennata di positivi da Covid-19 legata al mondo del lavoro.

Come si spera, altresì, che l’allentamento di alcune misure, come attività motoria e spostamenti leggermente più semplificati, non vada a invertire il trend di guarigioni e zero tamponi positivi di questi ultimi giorni. Certo, non mancano le segnalazioni di comportamenti scorretti come ingressi nei negozi senza mascherina o parchi e giardini di Fabriano dove il distanziamento sociale, no assembramenti, non è rispettato. Si invocano maggiori controlli e anche il sindaco, Gabriele Santarelli, starebbe pensando a ordinanza di chiusura dei giardini qualora l’andazzo non dovesse cambiare.

Dunque, in città si trattiene il fiato e si spera. Ciò che non è mai cambiato lungo tutte queste settimane è il sentimento di solidarietà che sta animando singole persone e associazioni. L’ultimo esempio viene dato dal Vespa club di Fabriano. Il presidente Giorgio D’Ancona, insieme ad altri soci, ha consegnato 500 mascherine chirurgiche all’Unità Operativa di Medicina Interna dell’ospedale Engles Profili, diretta da Maicol Onesta. A quest’ultimo, inoltre, è stata consegnata una pergamena che ha attestato il grande, prezioso e qualificato lavoro di assistenza alla collettività, una filigrana realizzata dal maestro d’arte Sandro Tiberi e la tessera onoraria di socio del Club. «Grazie di cuore per questa ennesima donazione che contribuisce a incrementare la nostra capacità di offerta dei servizi, in sicurezza per i nostri operatori e ovviamente per i nostri pazienti», le parole di Onesta.

«Nel mese di aprile scorso avremmo svolto a Fabriano un mega raduno – ha detto il presidente del Vespa Club -. Purtroppo non è stato possibile. Per questo, tutti noi abbiamo deciso di organizzare una raccolta fondi, in collaborazione con la Print & Gadget di Fossato di Vico. Una parte di questa cifra è stata utilizzata per il nostro ospedale cittadino, in particolare per gli operatori, vista la professionalità mostrata a tutta la Regione in questa fase delicata».