Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Coronavirus, screening di massa per la popolazione scolastica a Sassoferrato

Per la terza settimana consecutiva torna a crescere la percentuale dei nuovi positivi al Covid-19 nei cinque comuni dell’Ambito 10

La scuola di Sassoferrato intitolata al Tenente Brillarelli
La scuola di Sassoferrato intitolata al Tenente Brillarelli

FABRIANO – Per la terza settimana consecutiva torna a crescere la percentuale dei nuovi positivi al Coronavirus nei cinque comuni dell’Ambito 10: Fabriano, Genga, Cerreto D’Esi, Sassoferrato e Serra San Quirico secondo i dati forniti dal servizio ISP Malattie Infettive Fabriano. Con 164 tamponi positivi riscontrati nel periodo fra il 5 e il 12 febbraio scorsi. Continua a preoccupare molto la situazione epidemiologica nella città sentinate. Deciso uno screening di massa per studenti, professori e operatori scolastici dell’istituto comprensivo Brillarelli, frequentato da 694 studenti sia di Sassoferrato che della vicina Genga, e chiuso fino al prossimo 22 febbraio compreso.

A Fabriano, in questo intervallo di tempo, si sono registrati 74 nuovi contagi. I numeri dall’inizio della pandemia sono 1.409 casi accertati: 226 attualmente positivi, 1.140 guariti e, purtroppo, 43 decessi. In quarantena e/o isolamento fiduciario ci sono 484 fabrianesi. Tutti gli indicatori tornano a crescere, anche quello legato alle vittime. All’ospedale Engles Profili ci sono 4 persone attualmente ricoverate nei posti letto approntati nell’area grigia. In attesa, si spera presto, che possano essere trasferiti in strutture ospedaliere Covid.

Come detto, grande attenzione per Sassoferrato con ben 72 tamponi positivi in più. I casi dall’inizio della pandemia di Covid-19 sono 280: 119 attualmente positivi, 155 guariti e 6 decessi. A questi si aggiungono 322 persone sottoposte a quarantena fiduciaria. Considerata questa situazione si è deciso, di concerto con l’Autorità scolastica e l’Ufficio Igiene competente, di allestire un centro temporaneo di screening destinato alle esigenze dell’Istituto Comprensivo di Sassoferrato e Genga. Tutti gli alunni e il personale – docente e non docente – sono invitati ad effettuare un tampone antigenico rapido di screening nel pomeriggio di sabato, 20 febbraio, dalle 14 alle 19, al Palazzetto dello Sport di Sassoferrato. I minori dovranno essere accompagnati da un genitore e tutti gli interessati saranno tenuti a presentarsi negli orari indicati, in base alla lettera del proprio cognome: ore 14-15 lettere ABC; ore 15-16 lettere DEFGH; ore 16-17 lettere IJKLMN; ore 17-18 lettere OPQRS; ore 18-19 lettere TUVWXY.

«Lo screening avrà luogo anche grazie al prezioso supporto del gruppo di Protezione civile e della Croce Rossa Italiana di Sassoferrato che, di concerto con la Polizia municipale, provvederanno a garantire la regolazione degli accessi e delle uscitela misurazione della temperatura corporea, nonché il pronto intervento in caso di insorgenza di problematiche sanitarie – le parole del sindaco, Maurizio Greci -. Si raccomanda la massima partecipazione, invitando, al contempo, la cittadinanza interessata a seguire scrupolosamente le consuete prescrizioni comportamentali in essere nell’attuale contingenza pandemica».

Tornando ai numeri, altri 5 tamponi positivi a Cerreto D’Esi. Dall’inizio della pandemia sono 116 i casi di Coronavirus registrati: 12 attualmente positivi, 100 guariti e 4 decessi. Le persone in quarantena e/o isolamento fiduciario sono 15.

A Genga dieci nuovi positivi al Covid-19. Dall’inizio della pandemia sono 74 casi complessivi, di cui 16 gli attualmente positivi, 53 guariti e, purtroppo, 5 decessi. Le persone in isolamento fiduciario e/o quarantena sono 58.
A Serra San Quirico altri 3 casi di positività.

I numeri dall’inizio della pandemia da Coronavirus hanno fatto registrare 119 casi complessivi: 19 gli attualmente positivi, 98 guariti e due vittime. Sono 25 i serrani in isolamento fiduciario e/o quarantena.

Complessivamente, quindi, i casi accertati di Covid-19 in tutto l’Ambito 10 sono 1.998, di cui 392 attualmente positivi, 1.546 guariti e 60 vittime, in quarantena e/o isolamento fiduciario ci sono 904 persone.