Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Coronavirus: pericolo che sembra scampato per la scuola di Fabriano

Positivo uno studente ma era già a casa da alcuni giorni per via della positività al Covid-19 di un familiare. Questo isolamento fiduciario dovrebbe aver preservato compagni di classe, docenti e personale del plesso scolastico

coronavirus, covid-19, contagi, positivi, pandemia

FABRIANO – Coronavirus pericolo che sembra scampato per tanti alunni di una scuola primaria di Fabriano, vista la positività di uno studente. L’alunno in questione, infatti, era già a casa da alcuni giorni per via della positività al Covid-19 di un familiare. Questo isolamento fiduciario dovrebbe aver preservato i suoi compagni di classe, docenti e personale del plesso scolastico. Si procede con il mantenimento delle disposizioni anti-contagio in essere fin dal primo giorno di scuola. Vale a dire, la sanificazione dei locali ogni giorno, senza aggiungere quarantene e/o isolamenti ulteriori.

Poteva andare peggio e, invece, a Fabriano si registra “solamente” il primo caso di positività al Coronavirus di uno studente. Ma nessun allarme. Il minorenne, frequentante una scuola primaria cittadina, era assente dalla classe da alcuni giorni. Questo perché, l’autorità sanitaria lo aveva posto in isolamento a seguito della positività al tampone per Covid-19 di un suo familiare. Quest’ultimo, a seguito di un viaggio all’estero per lavoro aveva manifestato alcuni sintomi. Il minore si è, quindi, contagiato in ambito domestico. Ha funzionato tutto bene nella catena di sorveglianza e, grazie a ciò, si è potenzialmente evitato l’insorgere di un focolaio. Infatti nessuno dei suoi compagni di classe, né docenti e/o personale scolastico, al momento, risulta presentare sintomi da contagio. Ovviamente, considerato il caso, tutti sono monitorati costantemente, ma non sono previste particolari disposizioni aggiuntive rispetto a quelle che si pongono in essere quotidianamente.

A Fabriano, dunque, si resta con i numeri che, dall’inizio della pandemia, registrano 115 casi: 13 attualmente positivi, 95 guariti e, purtroppo, sette decessi. Le persone in quarantena e/o isolamento fiduciario sono stabili e si attestano su circa un’ottantina.

Sta tornando via via alla normalità la situazione a Sassoferrato dopo che dallo scorso agosto a metà settembre si sono registrati molti casi di positività, tutti asintomatici e riconducibili a rientri da viaggi all’estero. Dall’inizio della pandemia nella città sentinate sono 54 i casi di Covid-19: 9 attualmente positivi, 42 guariti e 3 decessi. A questi si aggiungono una ventina di persone in quarantena e/o isolamento fiduciario.

A Cerreto D’Esi, all’inizio della pandemia sono 8 i casi di Covid-19: 3 attualmente positivi, 4 guariti e un decesso. Le persone in quarantena e/o isolamento fiduciario sono circa una decina. A Genga e Serra San Quirico, nessun caso positivo al Coronavirus, anche se, complessivamente, sono circa una ventina le persone rientrate dall’estero che si trovano in isolamento fiduciario. I numeri complessivi per i Comuni dell’Ambito 10 per isolamenti fiduciari e/o quarantene, in discesa, si attestato intorno alle 120 persone.