Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano: slitta la Giornata diocesana sul lavoro

Inizialmente prevista per il 19 marzo slitterà a data da destinarsi. Monsignor Massara: «Esprimo tutta la mia vicinanza a quanti, già afflitti da varie difficoltà economiche, sono costretti a vivere un ulteriore grave momento di crisi lavorativa»

Mons. Francesco Massara in Cattedrale a Fabriano

FABRIANO – L’emergenza Coronavirus fa slittare a data da destinarsi la prima giornata diocesana del mondo del Lavoro che ha istituito l’Amministratore Apostolico della diocesi di Fabriano-Matelica, mons. Francesco Massara. «Ringrazio sentitamente tutti coloro che, con umiltà e spirito di servizio alla chiesa locale, si sono adoperati per la realizzazione di questo importante evento sociale, ecclesiale e pastorale», le parole di mons. Massara con le quali si posticipa dal 19 marzo a data da destinarsi, lo svolgimento di questa giornata, il tutto per «tutelare la salute delle persone più fragili», evidenzia.

L’intento dell’Amministratore Apostolico della diocesi di Fabriano-Matelica, nonché vescovo di Camerino-San Severino Marche, era quello di dar vita a una giornata che potesse partire dal ricordo della visita di Papa Giovanni Paolo II a Fabriano, il 19 marzo 1991, per una speciale riflessione e preghiera per il mondo del lavoro imprenditoriale, operaio, artigianale, sociale ed educativo. «Un segno di attenzione e di speranza», le sue parole, visto che il lavoro rappresenta una delle problematiche maggiori che affligge la diocesi di Fabriano-Matelica, soprattutto considerando gli oltre dieci anni di forte crisi economica che sta colpendo il territorio.

Il programma organizzato per il 19 marzo e che slitterà a data da destinarsi avrebbe previsto per questa sua prima volta, una serie di visite ad aziende del territorio Salumificio di Genga, Diasen, Faber, Zannelli abbigliamento, Elica, QS Group, Sam trasporti e Cantine Belisario, dove si sarebbe celebrata la Santa Messa a conclusione della giornata.

«Esprimo tutta la mia vicinanza a quanti, già afflitti da varie difficoltà economiche, sono costretti a vivere un ulteriore grave momento di crisi lavorativa», il riferimento di mons. Massara all’emergenza Coronavirus. «Invito tutti alla preghiera: San Giuseppe Lavoratore, patrono della Chiesa universale, sposo di Maria e padre putativo di Gesù, possa sostenerci e aiutarci in questo momento di prova», conclude l’Amministratore Apostolico della Diocesi di Fabriano-Matelica.