Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Coronavirus, due aperture straordinarie al punto vaccinale di Fabriano

Si svolgeranno l’8 e l’11 dicembre. Medici e operatori sanitari saranno presenti per effettuare vaccinazioni a tutte le fasce di età già autorizzate con un limite dato dalla disponibilità del centro vaccinale (20 vaccinazioni all’ora)

La sede del centro vaccinale di Fabriano

FABRIANO – Due aperture straordinarie, senza prenotazione, riservate ai residenti dei cinque comuni dell’Ambito 10 – Fabriano, Sassoferrato, Genga, Cerreto D’Esi, Serra San Quirico – al Punto Vaccinale di Popolazione, locali Centro Commerciale il Gentile via B. Gigli a Fabriano. Si svolgeranno l’8 e l’11 dicembre dalle 9 alle 15 e dalle 16 alle 22.

Medici e operatori sanitari saranno presenti per l’effettuazione delle vaccinazioni a tutte le fasce di età già autorizzate con un limite dato dalla disponibilità del centro vaccinale (20 vaccinazioni all’ora). «A seguito delle numerose richieste pervenute a Fabriano per le vaccinazioni anticovid-19 e in attesa che la Protezione Civile individui un centro vaccinale di dimensioni maggiori che consentirà l’aumento delle prenotazioni, si è optato per queste due giornate», informa il Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene e Sanità Pubblica dell’Area Vasta 2.

Ci si potrà presentare con accesso libero nell’arco delle due giornate. «Al fine di favorire le operazioni di registrazione e segreteria, si invitano i vaccinandi a presentarsi muniti di tessera sanitaria e con i moduli già compilati che sono reperibili sul sito ufficiale dell’Asur Marche. Si raccomanda il rispetto delle distanze di sicurezza e la massima collaborazione da parte di tutti. Si ringraziano gli operatori del Dipartimento di Prevenzione, Ospedalieri e del Distretto che si sono resi disponibili e la Protezione Civile per questa iniziativa», si conclude la nota.

Le parole del sindaco

Sull’argomento è intervenuto anche il sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli. «È da inizio anno che siamo impegnati a trovare dei locali idonei per le vaccinazioni e sempre senza avere alcuna indicazione da parte di nessuno sul tempo per il quale lo spazio dovrà essere reso disponibile e con continue variazioni sul numero di somministrazioni giornaliere che significa ogni volta dover trovare un locale sufficientemente grande. Questo ha richiesto il dover dislocare il centro vaccinale per ben 3 volte in spazi diversi. Ora gli spazi sono insufficienti e sono contento che abbiano dato corso alla mia richiesta per aperture straordinarie. Nel frattempo, pochi giorni fa ho scritto alla direzione ASUR chiedendo di individuare una soluzione anche prevedendo l’uso di tende militari o altre tensostrutture, come viene fatto in tante altre città, o prendendo in considerazione anche immobili privati.
Proprio ieri mi hanno informato che stanno prendendo contatti con un privato che potrebbe avere lo spazio idoneo oltretutto in modalità gratuita», ha concluso il sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli.