Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano: tanti giovani fermati ubriachi o drogati alla guida. I dati

I carabinieri nel 2019 hanno denunciato 51 persone per guida in stato di ebbrezza e 19 per guida sotto l'effetto di stupefacenti. 927 i verbali per violazioni al codice della strada. Ecco tutti i numeri

carabinieri

FABRIANO – Chiuso l’ennesimo fine settimana di controlli del territorio, per prevenire le cosiddette stragi del sabato sera, ad opera dei carabinieri della compagnia di Fabriano. Un servizio che è molto impegnativo sia in termini di uomini che di mezzi impiegati ma che, come testimoniato dai numeri finali dello scorso anno, ha contribuito ad aumentare la percezione di sicurezza in modo capillare visto che coinvolge anche i comuni di competenza della compagnia, ovvero Arcevia, Cerreto d’Esi, Cupramontana, Genga, Fabriano, Sassoferrato, Serra San Quirico.

Nel corso del 2019, per contrastare il fenomeno dell’abuso di alcol alla guida, sono stati svolti mirati servizi nei luoghi maggiormente frequentati in orario serale e notturno, come pub e discoteche, e nelle vie limitrofe. L’esito di tale attività ha comportato 51 denunce per guida in stato di ebbrezza alcolica e 19 per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti; 47 i veicoli sequestri e 20 quelli sottoposti a fermo amministrativo. In più, sono state elevate contravvenzioni verso cittadini trovati in condizione di manifesta ubriachezza.

Altrettanto importante è stata l’attività svolta dai carabinieri di Fabriano nell’attività di prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti. Durante il 2019 sono state deferite all’autorità giudiziaria 51 persone e sono 59 quelle segnalate alla prefettura di Ancona quali assuntori di droga.
Numerosi sono stati anche i servizi svolti, talvolta con l’ausilio delle unità cinofile, nei pressi delle scuole o altri luoghi di aggregazione giovanile, quali piazze, terminal, discoteche e altro, volti a dissuadere e reprimere l’uso di sostanze stupefacenti da parte dei più giovani.

L’efficacia dei quotidiani servizi di prevenzione e controllo del territorio, operati 24 ore su 24, hanno prodotto 4.641 servizi di pattuglia e perlustrazione, con un impiego di 8.604 militari, assicurando in totale oltre 67.000 ore di attività esterna.
Tramite il servizio di pronto intervento del 112, la Centrale operativa di Fabriano ha ricevuto oltre 2.000 chiamate, sia di soccorso che richieste di semplici informazioni, talvolta per segnalare persone o mezzi sospetti. Su quest’ultimo aspetto, la Caserma Beni fa sapere che le segnalazioni sono particolarmente gradite perché vanno in direzione del concetto di controllo di vicinato e stimolano i cittadini a diventare sentinelle nel territorio.

Significativo, infine, l’impegno anche nel controllo alla circolazione stradale. Sono stati infatti rilevati 179 incidenti stradali di cui 3 mortali e 57 con feriti, alcuni dei quali avvenuti lungo la SS 76.
I militari dell’Arma durante i servizi di pattuglia hanno identificato 22.422 persone e controllato 15.219 veicoli, elevando 927 verbali per violazioni al codice della strada, per un ammontare complessivo pari a 112.764 euro e con la sottrazione di 2.287 punti patente.
Tra le contravvenzioni, 149 sono state contestate per il mancato uso delle cinture di sicurezza e 39 per l’utilizzo del cellulare alla guida, entrambe condotte molto pericolose perché mettono a rischio la sicurezza degli automobilisti e dei pedoni. 113 i veicoli sorpresi a circolare con la revisione scaduta e 30 quelli senza assicurazione.