Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Conti in ordine per Elica, nonostante un contesto difficile

Crescono ricavi e risultato netto, scende l’indebitamento. Il CdA della multinazionale leader mondiale nella produzione di cappe aspiranti da cucina, riunitosi a Milano, ha approvato i risultati dei primi nove mesi del 2019

Sede uffici di Elica a Fabriano
La sede degli uffici di Elica a Fabriano

FABRIANO – Crescono ricavi e risultato netto, scende l’indebitamento. E tutto ciò in un contesto di mercato che rimane difficile, tendente al negativo. Il Consiglio di Amministrazione di Elica S.p.A., capofila del Gruppo leader mondiale nella produzione di cappe aspiranti da cucina, riunitosi ieri (31 ottobre) a Milano, ha approvato i risultati consolidati al 30 settembre 2019.

Nel corso dei primi nove mesi 2019 Elica ha realizzato Ricavi consolidati pari a 355,9 milioni di Euro +0,2% rispetto allo stesso periodo del 2018. A livello di mercato prosegue il trend negativo, che registra una riduzione della domanda mondiale del segmento cappe stimato al -1,1% nei primi nove mesi del 2019. Persiste in particolare il trend negativo in Nord America (-2,1%), mentre risultano in flessione anche le regioni asiatiche (-1,5%) dove, a fronte di una crescita in India, si assiste a una riduzione della domanda cinese. Il mercato Emea risente ancora delle dinamiche legate al mercato turco, mentre una leggera ripresa si registra in Europa occidentale, grazie in particolare a Francia, Spagna e Olanda.

Le vendite a marchi propri hanno evidenziato una ulteriore crescita nei primi nove mesi del 2019, +9,4% riportando una significativa accelerazione nel terzo trimestre a +10,7%, grazie in particolare alle regioni Emea e India. Complessivamente si registra anche un aumento dell’incidenza delle vendite a marchio proprio sulle vendite del segmento Cooking. I ricavi OEM hanno registrato una riduzione del 4,8% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente (-6,6% a cambi costanti). Tale andamento risulta influenzato in particolare dai risultati dei primi due trimestri 2019 e dal rallentamento del mercato americano, mentre il terzo trimestre ha visto un’inversione di trend registrando una crescita dello 0,2% in particolare in Emea.

Anche il business Motori, che rappresenta il 13% del fatturato totale, ha registrato nel terzo trimestre 2019 una inversione del trend +0,8%. La variazione complessiva rispetto ai primi nove mesi 2018 (-10,3%) risente tuttavia dell’andamento negativo del primo semestre dell’anno, in particolare nel mercato turco.

L’Ebitda normalizzato è pari a 32,6 milioni di Euro in aumento del 10,7% rispetto allo stesso periodo del 2018, con un margine sui ricavi del 9,2%. Il Risultato Netto è pari a 5,9 milioni di Euro in crescita del 44,9% rispetto a 4,1 milioni di Euro dei primi nove mesi del 2018.  Il Risultato Netto di Pertinenza del Gruppo è pari a 2,9 milioni di Euro, in crescita del 36% rispetto a 2,2 milioni di Euro dello stesso periodo del 2018. La Posizione Finanziaria Netta al 30 settembre scorso è pari a -60,1 milioni di Euro, rispetto ai -66,5 milioni di Euro del 30 settembre 2018.