Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano, contagi in risalita: si chiudono scuole, parchi e giardini pubblici

Questa la decisione del primo cittadino della città della carta, Gabriele Santarelli, per tentare di arginare la nuova impennata. Tutti i numeri sui positivi e i vaccini

covid-19, contagi da coronavirus, tamponi, test sierologici, pandemia, persone positive, positivi,

FABRIANO – Chiusa la prima settimana di vaccinazioni per gli over 80 nei cinque Comuni dell’Ambito 10: Fabriano, Genga, Cerreto D’Esi, Sassoferrato e Serra San Quirico. Sono state inoculate oltre 800 dosi. Mentre i contagi al Coronavirus tornano a crescere. «Prudenza, prudenza, prudenza», il forte invito di tutti i primi cittadini.

A Fabriano e Cerreto D’Esi, i sindaci – rispettivamente – Gabriele Santarelli e David Grillini hanno deciso di chiudere i parchi e i giardini cittadini da oggi e fino al 5 marzo prossimo. A Sassoferrato, il primo cittadino, Maurizio Greci, ha deciso di far riprendere con la didattica in presenza all’istituto Brillarelli dal 1° marzo solo per materna, elementari e prima media, dopo che dall’8 febbraio scorso, i quasi 700 studenti erano al 100% in dad.

A Fabriano, oltre 40 tamponi positivi in più, i numeri dall’inizio della pandemia sono 1.458 casi accertati: 212 attualmente positivi, 1.201 guariti e, purtroppo, 44 decessi. In quarantena e/o isolamento fiduciario ci sono 638 fabrianesi. Una nuova impennata con tutti gli indicatori che si muovono. All’ospedale Engles Profili ci sono 6 persone attualmente ricoverate nei posti letto approntati nell’area grigia. In attesa, si spera presto, che possano essere trasferiti in strutture ospedaliere Covid+. Da segnalare che, oltre alle somministrazioni degli over80 che si sono prenotati, sono stati vaccinati anche gli ospiti e operatori della casa di riposo San Biagio.

A Sassoferrato, dove è stata isolata la variante inglese, i casi dall’inizio della pandemia di Covid-19 nella città sentinate sono 323: 162 attualmente positivi, 155 guariti e 6 decessi. A questi si aggiungono 282 persone sottoposte a quarantena fiduciaria.

A Cerreto D’Esi, dove ufficialmente è stata isolata la variante brasiliana del Coronavirus, dall’inizio della pandemia sono 127 i casi di Coronavirus registrati: 21 attualmente positivi, 101 guariti e 4 decessi. Le persone in quarantena e/o isolamento fiduciario sono 38. «Esortiamo la popolazione ad aumentare la soglia di attenzione, siamo tutti chiamati ad una responsabilità collettiva, affinché la nostra comunità riesca a contenere i focolai – dice il sindaco David Grillini -. Vogliamo, però, evidenziare anche le belle notizie. È stata infatti somministrata la prima dose di vaccino agli ospiti delle residenze protette “Palazzo Refi” e “Giovanni Paolo II”. Una luce di speranza che salutiamo con soddisfazione dopo questi lunghi mesi difficili. Ringraziamo tutta l’equipe degli operatori della Cooss Marche in servizio nelle due strutture socio – sanitarie per l’impegno e la dedizione dimostrati in questi lunghi mesi di pandemia. Palazzo Refi e Giovanni Paolo II sono risultate sempre covid free durante tutta l’emergenza sanitaria. Un vanto per l’intera comunità cerretese».

Tornando ai numeri. A Genga 2 nuovi positivi al Covid-19. Dall’inizio della pandemia sono 83 casi complessivi, di cui 25 gli attualmente positivi, 53 guariti e, purtroppo, 5 decessi. Le persone in isolamento fiduciario e/o quarantena sono 40.

A Serra San Quirico altri 3 tamponi positivi in più. I numeri dall’inizio della pandemia da Coronavirus hanno fatto registrare 122 casi complessivi: 11 gli attualmente positivi, 109 guariti e due vittime. Sono 32 i serrani in isolamento fiduciario e/o quarantena.