Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Concorso in Comune a Fabriano: il sindaco avrebbe voluto che il fratello, assunto, non partecipasse

Il primo cittadino Santarelli: «Fosse stato per me non avrebbe dovuto partecipare nemmeno al concorso, ma non è prevista una limitazione alle persone entro un certo grado di parentela con gli amministratori»

Il sindaco di Fabriano
Il sindaco di Fabriano Gabriele Santarelli

FABRIANO – Nulla di illegale, fino a prova contraria, ma una questione di “opportunità”. Questo quanto accaduto a Fabriano in merito a un concorso bandito dal Comune al quale, legittimamente, ha partecipato anche il fratello dell’attuale sindaco, Gabriele Santarelli. Bene, a seguito di rinunce, la graduatoria è stata scorsa e Samuele Santarelli, per l’appunto fratello del primo cittadino, ha ricevuto la proposta di assunzione a tempo indeterminato. Le polemiche non mancano. Anche se, è bene ribadirlo, al momento nessuno può mettere in dubbio la regolarità del concorso.

A fare emergere la questione dell’opportunità, però, è lo stesso sindaco. «Fosse stato per me non avrebbe dovuto partecipare nemmeno al concorso, ma non è prevista una limitazione alle persone entro un certo grado di parentela con gli amministratori. Questa cosa, secondo me, invece, sarebbe invece da applicare a livello normativo. Ribadisco il fatto che per me i parenti degli amministratori, ossia sindaco, assessori e anche consiglieri, non dovrebbero poter partecipare, ma non decido io. Sono convinto che chi amministra debba farlo al di sopra di ogni possibile sospetto», le parole di Gabriele Santarelli.

Samuele Santarelli è arrivato quinto in graduatoria. Al concorso, indetto, più di un anno fa, hanno partecipato circa trenta persone e solo sei sono arrivate alla graduatoria finale. Santarelli è al quinto posto. «Precisiamo che è stato chiamato dopo che il primo ha rinunciato, la seconda è andata via e la terza e la quarta persona in graduatoria, avendo partecipato e vinto il concorso da ingegnere, hanno deciso di essere assunte come ingegneri», ricostruisce il primo cittadino. Da qui l’assunzione con regolare determina firmata dal servizio “Gestione risorse umane” e successiva pubblicazione sull’albo pretorio. Con il documento «si prende atto della rinuncia all’assunzione a tempo indeterminato, del vincitore collocato al primo posto della graduatoria finale di merito del concorso pubblico, per titoli ed esami … e si procede, pertanto, in sua sostituzione, mediante scorrimento della relativa graduatoria finale di merito, approvata con determinazione del 09/06/2021, all’assunzione dell’architetto Samuele Santarelli a decorrere da lunedì».

Dall’opposizione si attende una presa di posizione e si sta valutando se far esaminare il concorso in questione all’autorità anticorruzione e chiede «perché non è stata nominata all’epoca una commissione di esperti esterna al Comune». C’è chi parla di trasparenza e di conflitto d’interessi, ma nessuno di illegalità.