Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

C’era anche il comune di Sassoferrato per il XIII Festival Nazionale dei Borghi più belli d’Italia

A rappresentare la città sentinate, che fa parte dei Borghi più Belli d’Italia dal 2017, l’assessore alla Cultura Lorena Varani

Panorama di Sassoferrato

SASSOFERRATO – C’era anche il comune di Sassoferrato a Gardone Riviera (Brescia) in occasione del XIII Festival Nazionale dei Borghi più belli d’Italia. A rappresentare la città sentinate, che fa parte dei Borghi più Belli d’Italia dal 2017, l’assessore alla Cultura Lorena Varani. I comuni aderenti alla rete hanno presentato e promosso il proprio territorio, la loro bellezza e le eccellenze artistiche, paesaggistiche ed enogastronomiche. Tanti gli stand, suddivisi per Regione, presenti, tra cui quello delle Marche che, con 28 borghi, era secondo solo a quello della Lombardia, i “padroni di casa”.

La dichiarazione

«I visitatori hanno potuto degustare il ciauscolo e gli affettati tipici del nostro territorio oltre ai vini delle Marche. Inoltre sono stati promossi i percorsi dove fare le escursioni sia a piedi che con e-bike, il mare e l’artigianato tipico, oltre naturalmente agli splendidi paesaggi dei nostri borghi», ha evidenziato l’assessore alla Cultura di Sassoferrato.  «Il Festival Nazionale che è tornato a svolgersi nei Borghi, è una delle numerose occasioni che l’Associazione offre ai suoi aderenti per raccontarsi e raccontare insieme la bellezza di una Italia dei Borghi che ha svolto un ruolo fondamentale per il turismo della ripartenza nel periodo della pandemia, come ha evidenziato nel suo intervento il Presidente dei Borghi più belli d’Italia, Fiorello Primi, e che condivido in pieno». L’appuntamento, ora, si sposta nel 2022. «C’è stato il passaggio della bandiera del Festival dalla Lombardia all’Abruzzo, la regione che lo ospiterà nel prossimo anno. A ricevere la bandiera il coordinatore dei Borghi più belli d’Italia in Abruzzo, Antonio Di Marco. I borghi ospitanti saranno quelli di Abbateggio e di Caramanico Terme, con un programma che è già in fase di definizione e che vedrà di nuovo la nostra Regione, con Sassoferrato in testa, tra le principali protagoniste», ha concluso l’assessore alla Cultura di Sassoferrato, Lorena Varani.