Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano: commercianti, Caritas, Consorzio agrario, tutti in aiuto del circo rimasto bloccato in città

È in atto una vera e propria gara di solidarietà nei confronti del circo Universal, fermato dai vari Dpcm. Donati 34 quintali di fieno, frutta e verdura per gli animali. Assistiti i 27 circensi

La consegna del fieno per gli animali del circo

FABRIANO – Una vera e propria gara di solidarietà nei confronti del circo Universal, rimasto bloccato a Fabriano in seguito ai vari Dpcm a firma del presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte susseguitisi in queste ultime settimane. Seconda consegna di fieno per gli animali. Mentre la Caritas della diocesi Fabriano-Matelica si sta occupando delle persone, circa 27 in tutto, fornendo tutto il necessario per il loro sostentamento, insieme a molte attività commerciali della zona.

Circa 34 quintali di fieno, 6 di paglia, frutta, verdura e pane per elefanti, cammelli, lama e pony del circo Universal fermo da metà ottobre a Fabriano, senza la possibilità di esibirsi. Un carico più “corposo” che fa seguito a quelli consegnati nei giorni scorsi dagli agricoltori di Coldiretti, coordinati dall’ufficio di zona fabrianese.
Un sollievo per la situazione davvero difficile che stanno vivendo le famiglie dei circensi in questa seconda fermata che succede al lockdown della scorsa primavera.

Gli artisti non possono lavorare per le restrizioni decise dal Governo per fronteggiare la pandemia, ma occorre comunque far fronte a spese fisse davvero ingenti che riguardano la cura e il nutrimento degli animali. Coldiretti, già attiva la scorsa primavera in soccorso dei circhi fermi in regione ma anche degli animali del Parco Zoo di Falconara, non si è tirata indietro nemmeno stavolta. «Tra i molteplici gesti di solidarietà con cui Coldiretti sempre si pone come punto di riferimento sul territorio, rientra anche l’approvvigionamento di cibo per gli animali in difficoltà. I nostri agricoltori sono sempre pronti a tendere una mano a chi chiede un aiuto, soprattutto in una fase storica così incerta e gravosa per la nostra società», ha evidenziato Maria Letizia Gardoni, presidente di Coldiretti Marche.

Non solo aiuti per gli animali, ma anche per le persone. «Grazie alla collaborazione attivata tra imprese agricole, Coldiretti, Consorzio Agrario e supermercati, sono stati consegnati gli alimenti per gli animali. La Caritas si sta occupando delle famiglie. Di questa situazione è stato interessato anche il Prefetto per tramite del Vicario e il Dipartimento Veterinario dell’Asur», informa il sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli.