Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Cimitero di Fabriano e di Cerreto D’Esi: le proteste dei cittadini

Malfunzionamenti delle lampade votive segnalati al cimitero delle Cortine di Fabriano. Praticamente impossibilità di far funzionare il cancello di accesso al cimitero di Cerreto D'Esi

Panorama di Fabriano
Panorama di Fabriano

FABRIANO – Disservizi segnalati al cimitero delle Cortine di Fabriano e al cimitero di Cerreto D’Esi. Malfunzionamenti delle lampade votive nel primo caso. Praticamente impossibilità di far funzionare il cancello di accesso, nel secondo. Proteste dei cittadini.

Al cimitero delle Cortine di Fabriano, da due mesi sono spente le lampade votive della intera V fila, secondo piano ala destra e ben trentacinque loculi sono privi di questo servizio. Per questo motivo i relativi titolari dell’utenza si rivolgeranno all’ufficio Servizi Cimiteriali per chiedere la riduzione del canone annuo da cui detrarre due mesi di mancata copertura dell’illuminazione.

Questo, nonostante i reiterati reclami e segnalazioni all’ufficio comunale preposto che non sarebbe stato in grado di fornire delucidazioni in merito. «Passando dal classico che il custode è in ferie, al provvederemo il prima possibile, per terminare con il ci sono altre priorità», denunciano i cittadini. In considerazione di quest’ultima risposta, la decisione di chiedere la riduzione del canone annuo per le lampade votive non funzionanti. «Naturalmente – confidano – continueremo a chiedere l’immediato ripristino delle lampade votive. Un disinteresse verso noi che abbiamo sempre pagato, come tutti del resto, ma evidentemente ci sono differenze di classe anche nei camposanti», concludono amareggiati.

Anche a Cerreto D’Esi sono segnalate problematiche al locale cimitero. «I cancelli dell’entrata nuova del cimitero sono spesso chiusi nonostante si sia in orario di accesso. La gente è molto arrabbiata – si legge in un post di protesta su Facebook – perché per poter entrare e raggiungere i propri cari defunti, è costretta a utilizzare l’ingresso posteriore, molto distante dal parcheggio. Un problema in più soprattutto per le persone anziane con difficoltà a camminare. Questi cancelli automatici non hanno mai funzionato bene, spesso è capitato di vederli aperti di notte e, poi, chiusi di giorno. Considerando che sono stati fortemente voluti dalla Giunta guidata dal sindaco, Giovanni Porcarelli, ci auguriamo che le problematiche evidenziate siano prontamente risolte».