A Cerreto D’Esi la Tari cala per le imprese. Confartigianato esulta

Attraverso una fattiva collaborazione tra la Confartigianato e il comune di Cerreto D'Esi, per quest’anno le tariffe delle utenze non domestiche si abbatteranno in media del 25%. Il plauso dell'Associazione di categoria

Cerreto D'Esi

CERRETO D’ESI – Cala la Tari a Cerreto D’Esi per quel che riguarda le imprese. La Confartigianato esulta per l’agnognata meta raggiunta, volta a dare ossigeno alle tante realtà artigiane provate da lunghi anni di crisi economica.

«Di fronte a un contesto territoriale che presenta ancora delle difficoltà economiche piuttosto accentuate, che vanno a ricadere sulle imprese locali la Confartigianato è sempre in prima linea al fine di contenere la tassazione su tutti i livelli. A Cerreto D’Esi la Confartigianato Ancona-Pesaro e Urbino, dopo una serie di incontri con l’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Giovanni Porcarelli, centra l’obiettivo di ottenere una riduzione della Tari, tassa sui rifiuti, nei confronti delle imprese», l’annuncio del responsabile dell’associazione di categoria, Federico Castagna.

Per il 2019 le imprese avranno una Tari «più equa»: attraverso una fattiva collaborazione tra la Confartigianato e il comune di Cerreto D’Esi per quest’anno le tariffe per le utenze non domestiche si abbatteranno in media del 25% circa.

«Nel corso di questi mesi infatti si sono susseguiti diversi incontri tra la Confartigianato e il comune di Cerreto D’Esi. Come sono stati continui gli aggiornamenti nei confronti delle imprese del centro montano direttamente interessate all’argomento Tari. «Finalmente siamo arrivati all’accoglimento da parte del comune di Cerreto D’Esi delle motivazioni esposte dalla Confartigianato in quanto considerate totalmente coerenti con gli indirizzi di legge.

L’artigianato con 75 aziende e oltre 300 addetti è una presenza importante per il tessuto produttivo, che si aggiunge agli altri settori quali il commercio, l’industria, l’agricoltura, il terziario, che tutti insieme fanno un punto di forza del territorio. Ci auguriamo che anche con questo risultato l’attenzione nei confronti delle aziende continui in futuro e si rivolga sempre più verso la piccola impresa dato che queste piccole aziende locali di Cerreto D’Esi – conclude Castagna – sono un componente importante dell’economia territoriale e non solo».