Casa del Materasso Jesi
Casa del Materasso Jesi
Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

saldi shoes and company fabriano
saldi shoes and company fabriano

Il Cerreto continua a sognare in Coppa Marche di serie C

Risultato a sorpresa alle "Football House Finals Cup" di calcio a 5 regionale: i rossoneri di mister Rinaldi hanno eliminato ai rigori la favorita ascolana Futsal Askl, formazione di categoria superiore. Domani, sabato 6 gennaio, la semifinale contro il Cagli

Il sempre più sorprendente Cerreto calcio a 5 di mister Francesco Rinaldi

CERRETO D’ESI – Impresa doveva essere e impresa è stata. Al primo turno delle “final eight” di Coppa Marche di serie C di calcio a 5, ieri sera – giovedì 4 gennaio – a Cingoli, il Cerreto di mister Francesco Rinaldi ha eliminato ai rigori la favorita alla vittoria finale, la Futsal Askl di Ascoli.

Un risultato eccezionale, considerando che il Cerreto è una formazione di metà classifica in serie C2, mentre quella picena è la squadra capolista di serie C1.

Ma il funambolico team rossonero non è nuovo a queste grandi prestazioni, essendo il terzo turno che passa ai rigori grazie – anche stavolta – ai mirabolanti interventi del portiere Juri Innocenzi.

«La partita è iniziata in salita, visto che abbiamo preso gol dopo appena 40”, ma poi abbiamo cominciato a giocare bene e sembravamo noi la squadra di categoria superiore, pur dovendo fare le giuste lodi alla bravura degli avversari – racconta il direttore sportivo del Cerreto, Fabio Coacci, che guida la società insieme alla presidentessa Cinzia Lazzari. – È un momento davvero bello per noi, stiamo ricevendo tanti complimenti e ci fa tanto piacere».

I regolamentari sono terminati 2-2 grazie alle reti per l’Askl di Felicetti e Galanti, per il Cerreto di Farneti e dell’ultimo innesto Morelli.

Ai rigori, poi, come dicevamo, Innocenzi ha più volte ipnotizzato gli avversari, fino all’errore conclusivo di Paolini che ha calciato fuori.

«Una grande vittoria», commenta il tecnico cerretese, Francesco Rinaldi, che però adesso già guarda avanti perché domani sera, sabato 6 gennaio, sempre a Cingoli, alle ore 21, dovrà vedersela in semifinale contro il Cagli, che ieri ha eliminato per 3-6 il Grottaccia. «Il Cagli è l’unica squadra di C1 rimasta in corsa e sicuramente è la favorita», commenta Rinaldi: come dire, servirà un’altra impresa. Cosa a cui il Cerreto non è certo nuovo, per cui i pesaresi hanno di che stare all’erta… L’altra semifinale, invece, sarà tra Montelupone e Urbino (ore 19).

agrturismo il gelso fabriano
Natureco specialisti nella disinfestazione