Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano Cerreto, mister Pazzaglia: «Finora contento dei miei ragazzi»

Dopo gli innesti dei centrocampisti Pagliuca e Trofo, ora manca un difensore centrale per completare la “rosa”. «Speriamo di averlo per l’esordio in campionato, il 27 settembre a Jesi», dice il tecnico

I centrocampisti Pagliuca e Trofo, ultimi due innesti per il Fabriano Cerreto

FABRIANO – Dopo un mese esatto di preparazione atletica e allenamenti (la squadra si era radunata il 17 agosto), è il momento di fare il punto con mister Simone Pazzaglia, allenatore del Fabriano Cerreto, quando manca poco più di una settimana all’inizio del campionato di Eccellenza (i cartai esordiranno il 27 settembre in trasferta sul campo della Jesina).

Mister Simone Pazzaglia, facciamo un bilancio di questo primo mese di attività?

«Sono contento dei miei ragazzi, hanno voglia di fare bene e questo è un presupposto molto importante. Chi è rimasto dell’anno scorso sta dimostrando impegno e voglia di migliorare. Sono soddisfatto».

Le amichevoli disputate finora che indicazioni le hanno fornito?

«Abbiamo affrontato quasi tutte squadre di categoria superiore, serie D, è in generale posso dirmi contento di come si è comportata la mia squadra».

Come rinforzi nel corso delle ultime settimana sono arrivati due centrocampisti, prima Emanuele Pagliuca e pochi giorni fa Emanuele Trofo: che ruolo avranno nel suo scacchiere?

«Trofo, l’ultimo arrivato, è un giocatore grintoso e di personalità: incarna cioè le caratteristiche che ci servivano. Pagliuca è un tipo di giocatore più tecnico».

Cosa manca per completare l’organico?

«Un difensore centrale, perché al momento abbiamo solo Lispi e Stortini. Purtroppo alcune trattative non sono andate a buon fine, mi auguro quanto prima di avere a disposizione questo nuovo giocatore, conto per l’esordio in campionato il 27 settembre a Jesi».

A proposito di Jesina, che avete già affrontato in amichevole, che avversario sarà?

«E’ una squadra forte, che viene da una retrocessione e ha inserito sei/sette giocatori di livello, basta citare Cameruccio, Mistura, Sampaolesi… Noi contiamo di arrivarci nelle migliori condizioni possibili. L’esordio sarà una incognita un po’ per tutti, dopo così tanti mesi di lontananza dall’agonismo».