Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico: Sassoferrato sbarca a Paestum

«Giorni intensi che ci hanno resi orgogliosi, anche in questa occasione i Borghi marchigiani, hanno riscontrato grande interesse» evidenzia la coordinatrice regionale Cristiana Nardi, presente con la vice sindaco Lorena Varani

Il padiglione delle Marche

SASSOFERRATO – Si è conclusa con la BTMA di Paestum la promozione 2021 de “I Borghi più belli d’Italia nelle Marche” all’interno del padiglione della Regione Marche, fra questi anche Sassoferrato. Dal 25 al 28 novembre 2021 si è svolta a Paestum la XXIII Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, all’insegna di una rapida ripartenza “new normal”. Si sono svolti ben 100 appuntamenti tra conferenze e incontri in 5 sale in contemporanea, alla presenza di 400 tra moderatori e relatori, 150 espositori (ben 18 Regioni rappresentate, il Ministero della Cultura con 500 mq e i prestigiosi Parchi e Musei autonomi), presenti inoltre da 20 Paesi con 40 buyer tra europei e nazionali, oltre ad ArcheoVirtual (Mostra Internazionale di Archeologia Virtuale con 10 produzioni), ArcheoExperience (i Laboratori di Archeologia Sperimentale) e ArcheoStartup (14 imprese giovanili del turismo culturale). A testimonianza della rilevanza dell’appuntamento.

Le dichiarazioni

«Sono stati giorni intensi che ci hanno resi orgogliosi, perché anche in questa occasione, i Borghi marchigiani, hanno riscontrato grande interesse da parte dei visitatori», ha evidenziato la coordinatrice regionale Cristiana Nardi, presente alla Borsa con la collega vice sindaco di Sassoferrato Lorena Varani.  «Abbiamo incontrato numerosi buyer nazionali ed internazionali nella giornata dedicata al workshop di sabato 27 novembre.  L’offerta proposta è stata accolta con entusiasmo dagli operatori dei vari settori turistici, perché la domanda si dirige sempre più verso la scoperta dei Borghi che rappresentano degli scrigni ricchi di tesori. La sinergia creatasi con la Regione Marche è di fondamentale importanza per perseguire questa ambiziosa promozione», hanno concluso la Nardi e la Varani. Alla mostra hanno partecipato, oltre al Comune di Sassoferrato, in veste ufficiale, anche l’impresa culturale Happennines con il presidente, Gabriele Costantini.