Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Colpaccio della Ristopro Fabriano, che vince a Cerignola gara-1 dei playout salvezza

I cartai sempre avanti in terra pugliese, con un massimo di +13. Eccellente prestazione di squadra, con Filiberto Dri in evidenza (19 punti, 6 rimbalzi e 9 falli subiti). Coach Fantozzi: «Credo che il risultato sia meritato, ma siamo solo a metà dell'opera». Gara-2 mercoledì 2 maggio a Recanati visto che il PalaGuerrieri è squalificato

Filiberto Dri in lunetta (foto di Andrea Tomassetti)

FABRIANO – Eccellente prestazione e importantissima vittoria conquistata dalla Ristopro Fabriano, che sbanca il Pala Di Leo di Cerignola in gara-1 dei play-out per la salvezza in serie B con il punteggio di 62-68. I cartai, così, si portano sull’1-0 in questa serie al meglio delle tre partite, compiendo quindi un importante passo in avanti.

La squadra di coach Alessandro Fantozzi è scesa sul parquet con una super determinazione e ha sempre condotto la partita, con un massimo di +13 alla fine del secondo quarto, grazie ad una concreta prestazione corale su entrambe le parti del campo e Filiberto Dri in evidenza (per lui 19 punti, 6 rimbalzi e 9 falli subiti).

La Ristopro prova a sgassare fin dall’inizio (11-16 all’8’), ma Cerignola non la lascia fuggire. Una tripla del rientrante capitan Bugionovo consegna a Fabriano il primo vantaggio in doppia cifra al 16’ (20-30) e un gioco da tre punti di Cimarelli firma il massimo vantaggio cartaio, +13 (23-36 al 18’). Prima dell’intervallo lungo, ci mette una pezza Kushchev e i pugliesi dimezzano il “gap” (30-36 al 19’).

Nel terzo quarto un canestro di Bruno consente alla Ristopro di ritornare a +10 (33-43 al 24’), ma Cerignola ferma l’emorragia con un’altra tripla di Tessitore (38-45 al 25’). Qui, i pugliesi sembrano incepparsi in attacco e perdono tre palle di fila, ma Fabriano non riesce ad approfittarne per chiudere la partita, consentendo ai padroni di casa di rifarsi pericolosamente a contatto (48-50 al 28’ su tripla di Gambarota).

Gli ultimi dieci minuti sono da batticuore. La Ristopro si mette a zona e Cerignola fa fatica a segnare, ma anche per Fabriano in attacco il canestro si fa sempre più piccolo.  Due tiri liberi di un eccellente Dri a un minuto e mezzo dalla fine danno ulteriore fiducia alla Ristopro (56-62). Due canestri di Gambarota tengono a galla Cerignola, ma a 18” dalla sirena la fiondata dall’angolo di Gialloreto di fatto impacchetta la vittoria di Fabriano. Terminerà 62-68 tra la gioia dei cinquanta fabrianesi al seguito e dei tanti collegati in streaming.

La Ristopro mette la prima pietra dalla sua parte, ma per completare l’opera deve conquistarne un’altra. Appuntamento mercoledì 2 maggio per gara-2: si giocherà al PalaCingolani di Recanati (ore 21) visto che il PalaGuerrieri di Fabriano è stato squalificato dal giudice sportivo.

UDAS CERIGNOLA – RISTOPRO FABRIANO = 62-68

UDAS CERIGNOLA – Tessitore 22 (2/3, 5/9), Sabbatino 12 (4/6, 1/2), Gambarota 11 (4/4, 1/1), Rugolo 8 (3/3, 0/4), Kushchev 7 (2/5, 0/1), Markus 2 (1/1), Tredici (0/1, 0/4), Ippedico (0/1 da tre), Raicevic ne, Grittani ne. All. Origlio

RISTOPRO FABRIANO – Dri 19 (5/8, 0/3), Gialloreto 9 (3/6, 1/3), De Angelis 8 (1/4, 2/4), Marsili 8 (4/9), Cimarelli 6 (3/3), Bugionovo 5 (0/2, 1/1), Bruno 5 (2/2, 0/1), Monacelli 4 (1/3, 0/1), Vita Sadi 4 (1/1 da due), Fanesi ne, Quercia ne. All. Fantozzi

ARBITRI – Giovanni Roca di Avellino e Nicola Tammaro di Montecorice (Sa)

PARZIALI – 15-16 al 10′, 30-38 al 20′, 50-54 al 30′, 62-68 finale