Simone Riccitelli termina alla grande la sua prima stagione automobilistica

Il giovane fabrianese - a nemmeno 16 anni - ha vinto il titolo Under 25 nel Campionato Italiano Sport Prototipi, classificandosi terzo tra i "rookie" e quarto nella classifica generale

Il giovane fabrianese Simone Riccitelli al Mugello festeggia la vittoria del titolo Under 25

FABRIANO – Se è nata una stella dell’automobilismo forse è presto per dirlo. Ma, certo, la stagione d’esordio del fabrianese Simone Riccitelli a bordo di una monoposto – a nemmeno 16 anni (li compirà il 25 novembre) – è stata quantomeno straordinaria.

Il giovane Riccitelli (alla terza generazione di piloti in famiglia dopo nonno Sandro e papà Luca) ha concluso domenica 28 ottobre il suo primo Campionato Italiano Sport Prototipi con l’ultima delle sei tappe in programma, svoltasi al Mugello, terminando in quinta posizione gara 1 e in terza posizione gara 2.

Simone Riccitelli in pista con la sua monoposto arancione

Piazzamenti che, nelle classifiche generali, gli hanno consentito di laurearsi Campione Under 25 vincendo la Coppa Aci Sport, al terzo posto tra i “rookie” (cioè gli esordienti) e al quarto posto tra gli Assoluti.

«Una gran bella soddisfazione – commenta il giorno dopo Simone: – alzi la mano chi se l’aspettava che, senza aver mai corso una gara ufficiale prima di giugno, sarei stato capace di collezionare quattro podi nei sei appuntamenti del Campionato (due volte secondo e due volte terzo, nda), riuscendo a confrontarmi con piloti molto più esperti di me. Grande soddisfazione, ma anche un pizzico di rammarico per qualche occasione sciupata in cui avrei potuto fare meglio, penso ad esempio alla quarta gara, a Imola. Ma sono contento di aver terminato bene, in una giornata tra l’altro complicata come quella di domenica, in cui è piovuto: pensate che non avevo mai corso sul bagnato prima d’ora! E invece me la sono cavata piazzandomi addirittura terzo. Alle prove libere, inoltre, avevo fatto registrare il terzo miglior tempo e in gara 1 solo alcuni problemi al cambio mi avevano un po’ frenato».

Del resto, come si dice, buon sangue non mente. E così dopo aver messo in archivio la sua prima stagione da pilota, Riccitelli e il team di famiglia Kinetic Racing guardano già avanti, iniziando a pensare fin d’ora al prossimo Campionato Italiano Sport Prototipi.