Matelica wine Festival, grande successo per la kermesse dedicata al bianco Dop

Tra degustazioni, talk show, cooking show, cena sotto le stelle, street food, dj set, musica live, street magic, la due giorni di eventi si chiude questa sera (20 luglio). Alberto Mazzoni, Imt: «Export è l'ossigeno vitale per far sopravvivere questo sistema»

I 13 produttori del Verdicchio di Matelica. Cantine: Belisario, Bisci, Borgo Paglianetto, Cavalieri, Collestefano, Colpaola, Gagliardi, Gatti, Lamelia, Maraviglia, Provima, Tenuta Piano di Rustano, Vigneto Fernando Alberto

MATELICA – Ha preso il via ieri (19 luglio) a Matelica la kermesse dedicata all’omonimo Verdicchio. Tra degustazioni, talk show, cooking show, cena sotto le stelle, street food, dj set, musica live, street magic, la due giorni di eventi, Matelica Wine Festival, rende omaggio al grande vino bianco Dop, di cui la città va fiera. Un appuntamento immancabile, targato Istituto marchigiano di tutela vini (Imt), inserito nel cartellone di eventi del Gran Tour delle Marche di Tipicità.

Nella suggestiva corte di Palazzo Ottoni, si è svolta nella serata di ieri la cena curata dagli chef Serena D’Alesio, del relais Il Marchese del Grillo di Fabriano, e Simone Scipioni, reduce da Masterchef Italia. Tredici le etichette di Verdicchio di Matelica Doc e Verdicchio di Matelica Riserva Docg protagoniste della serata, che ha visto la partecipazione della conduttrice Veronica Maya e l’intrattenimento live con la voce del vincitore de la Corrida 2019, Dante Mancuso. A solleticare il palato degli ospiti che hanno partecipato alla cena, un menù d’eccezione nell’ambito del quale un piatto è stato dedicato dagli chef ai 50 anni dallo sbarco sulla Luna.

Lo staff del relais Marchese del Grillo di Fabriano, con la chef Serena D’Alesio e la conduttrice Veronica Maya

I 13 produttori protagonisti del Matelica Wine Festival sono quelli delle cantine: Belisario, Bisci, Borgo Paglianetto, Cavalieri, Collestefano, Colpaola, Gagliardi, Gatti, Lamelia, Maraviglia, Provima, Tenuta Piano di Rustano, Vigneto Fernando Alberto.

Un gruppo di produttori che riesce a garantire una qualità medio alta, ha evidenziato il direttore dell’Istituto Marchigiano di Tutela vini, Alberto Mazzoni. «Il territorio ha bisogno di crescere insieme al sistema vitivinicolo regionale – ha detto Mazzoni – il nostro obiettivo è quello di far crescere questo sistema incrementando il prezzo medio della bottiglia, altrimenti i vigneti non si riusciranno a reimpiantare e le aziende non investiranno, visto che al momento la situazione non è molto remunerativa. Per questo stiamo studiando tutte quelle forme che possano portare ad una maggiore conoscenza ed esportazione di questo vino, in quanto l’export è l’ossigeno vitale per far sopravvivere questo sistema».

Una serata organizzata per promuovere il territorio come ha sottolineato il presidente dell’Associazione produttori del Verdicchio di Matelica, Umberto Gagliardi: «questa serata vuole valorizzare il Verdicchio di Matelica, un vitigno unico nel mondo».

«Questa settimana il Grand Tour delle Marche fa tappa a Matelica – spiega il patron di Tipicità, Angelo Serri – per questa manifestazione dedicata al Verdicchio di Matelica, straordinario ambasciatore del nostro territorio. In contemporanea anche l’appuntamento di Pollenza dove si parla di antiquariato e artigianato artistico». Il Grand Tour delle Marche va avanti per tutta l’estate fino all’autunno con ulteriori tappe che porteranno turisti e marchigiani alla scoperta delle eccellenze del territorio, «in ognuna delle quali fare un’esperienza»

Oggi (20 luglio) sarà possibile degustare il pregiato vino all’enoteca nel foyer del Teatro Piermarini. Dalle 20,30, invece, piazza Enrico Mattei sarà teatro dello street food che vedrà protagoniste le specialità preparate dai ristoranti della cittadina e dai punti degustazione del Verdicchio di Matelica. Un appuntamento immancabile che vedrà anche l’esibizione del Mago Flavio Coleman nell’ambito della street magic. A chiudere la due giorni di eventi alle 21,30 “Una sera con RDS”, il dj set di Ricky Battini e Melania Agrimano della radio RDS 100% Grandi Successi, e il concerto de I Dhamm. La musica proseguirà fino a tarda notte con il dj set notturno di Luca Rotili.

La cena alla corte di Palazzo Ottoni

IL VERDICCHIO DI MATELICA
Con 2 milioni di bottiglie prodotte nel 2018 e una superficie vitata complessiva di 235 ettari, il Verdicchio di Matelica è una denominazione dalle dimensioni contenute ma dall’elevatissimo valore qualitativo, espressione del vitigno bianco ambasciatore dell’enologia marchigiana. Assieme al Verdicchio dei Castelli di Jesi è infatti premiato dalle principali guide enologiche nazionali quale miglior vino bianco fermo d’Italia, e dai più importanti concorsi mondiali, come i Decanter World Wine Awards 2018. Del Verdicchio di Matelica hanno parlato anche le più blasonate testate giornalistiche internazionali, come il Wall Street Journal, il Forbes, e il New York Times, che lo hanno consigliato quale vino da avere assolutamente in cantina e a tavola.