Attenta-Mente al via ridurre comportamenti scorretti alla guida

Nel corso di questi ultimi tempi sono state esaminate quattro strade di Fabriano, monitorate giorno e notte: registrate infrazioni con mezzi a folle velocità, fino a 100 Km/h quando il limite è 50

Il vicesindaco Arcioni e il comandante della Municicpale Strippoli

FABRIANO – Adesione alla campagna Attenta-Mente per ridurre i comportamenti scorretti alla guida dei residenti di Fabriano. Con questo obiettivo, arriveranno in città le colonnine per il controllo periodico e la dissuasione costante. Oggi, il vicesindaco del comune di Fabriano, Ioselito Arcioni, ha annunciato una serie di novità.

Nel corso di questi ultimi tempi sono state esaminate quattro strade di Fabriano che sono state monitorate giorno e notte: registrate infrazioni con mezzi a folle velocità, fino a 100 Km/h quando il limite è 50. Lungo viale Zonghi sono stati contati 56.621 passaggi di mezzi in quattro giorni. Di questi solo il 4% ha superato il limite di 50 km/h. La percentuale è più che triplicata nelle ore notturne. Qui si viaggia a una media di 77 km/h. Numeri in aumento nelle altre strade prese in considerazione. All’altezza del civico 69 di viale Serafini in quattro giorni sono stati contati 50.784 mezzi. Ben 8.797 le infrazioni, il 17,3%. La percentuale raddoppia di notte. La velocità media è di 88,9 km/h. All’ora di pranzo una macchina transitava a ben 102 km/h. In via IV Novembre, zona Borgo, i passaggi totali sono stati 40.372; le infrazioni 7.221 pari al 17,9%. A sfrecciare, nelle ore notturne, è stato il 41,8% delle auto in circolazione. La velocità media è pari a 86,3 km/h. In via XIII Luglio, la strada che conduce poi allo svincolo Fabriano Ovest, su 21.580 passaggi in quattro giorni ben il 46,8%, quindi quasi uno su due, transitava a forte velocità. Di notte su 1.804 auto in movimento, addirittura 1.081, il 60%, correvano troppo. La velocità media è stata calcolata a 98,8 km/h.

«Considerati questi dati preoccupanti sarà sperimentata per tre mesi anche a Fabriano la campagna nazionale contro la distrazione e i comportamenti errati sulle strade urbane promossa dall’Associazione sostenitori e amici della Polizia Stradale e Noi Sicuri Project con l’obiettivo di diffondere la cultura della legalità e della sicurezza. Previsti un ciclo di attività: incontri serali, attività educative rivolte agli studenti delle scuole superiori e lo studio dei comportamenti errati sulle strade. È proprio su quest’ultimo punto che si è concentrata l’attività dell’Amministrazione comunale che ha disposto la rilevazione del traffico in quattro strade: viale Zonghi, non lontano dal centro, viale Serafini e via IV Novembre, quartiere Borgo e via XIII luglio quartiere Piano.

Per questo debutta il “controllo percettivo” per arginare la velocità eccessiva: vengono installati, da lunedì prossimo, dei box altamente visibili sia di giorno che di notte, nelle quattro vie prese in considerazione, che avranno il compito di contenere in modalità random l’apparecchiatura che rileva la velocità e, quindi, l’infrazione da multare. «In questo modo – precisa Arcioni – si ottiene la percezione del controllo 24 ore su 24 contemporaneamente su numerosi tratti, coprendo a rotazione tutti i punti più critici del territorio e impedendo gli eccessi anche quando il controllo non è realmente attivo».