Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Lancio del martello, Sara Zuccaro: «A Gyor bellissima esperienza»

La sedicenne fabrianese si racconta dopo aver conquistato il 5° posto continentale alle Olimpiadi Europee giovanili in Ungheria con metri 57.17

La fabrianese Sara Zuccaro in maglia azzurra a Gyor, in Ungheria

FABRIANO – Il quinto posto conquistato da Sara Zuccaro nel lancio del martello alle Olimpiadi Europee giovanili di Gyor (Ungheria) ha creato tanto entusiasmo all’interno dell’Atletica Fabriano.

La sedicenne fabrianese, già campionessa d’Italia Allieve in questa specialità, è stata bravissima anche nel confronto con le atlete continentali. E dire che c’erano dei timori alla vigilia, a causa della distorsione alla caviglia rimediata di recente, ma a quanto pare non ci sono stati problemi. L’entusiasmo e l’adrenalina le hanno consentito di dimenticare il dolore.

«In realtà, grazie alla fasciatura – ha raccontato Sara dall’Ungheria – la caviglia non mi ha dato eccessivamente fastidio. Il problema principale è stato il vento fortissimo, che durante i giri metteva in discussione anche l’equilibrio stesso».

Sara, così, ha fatto ricorso alla sua tecnica e determinazione per ovviare al problema. «Ero concentrata dopo la qualificazione di lunedì – prosegue – ma, certo, lanciare in quelle condizioni ha messo in difficoltà un po’ tutte. Ad ogni modo sono riuscita a lanciare lo stesso (prima a 56.93, poi a 57.17, nda) e dopo la serie preliminare ero quarta. Nella finale a otto, quanto meno, contavo di mantenere questa posizione, cercando però anche di acciuffare il terzo posto e dico che, se non avessi fatto nullo, uno degli ultimi tre lanci con molta probabilità mi avrebbe portato sul podio. Peccato, sarei stata ancora più felice con una medaglia al collo, ma comunque ci ho provato fino in fondo ed il risultato è stato importante e questa esperienza internazionale bellissima!».