Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Atletica Fabriano su tutti i fronti

Dieci medaglie conquistate dai veterani ai Campionati Italiani Master, soddisfazioni anche per le giovani lanciatrici Zuccaro e Lattanzi agli Invernali di Rieti. Biancorossi presenti anche al Cross giovanile di Macerata e in Rappresentativa Marche a Modena

Antonio Gravante dell'Atletica Fabriano, oro agli Italiani Mater nei 3.000 categoria M40

FABRIANO – Il fine settimana scorso, è stato intensissimo per l’Atletica Fabriano, con i propri portacolori – tanti, dai più giovani ai veterani – impegnati in diverse manifestazioni. Andiamo a vedere com’è andata, iniziando – per una volta – dai più… anziani.

Al Palaindoor di Ancona, infatti, da venerdì 24 a domenica 26 febbraio si sono svolti i Campionati Italiani Master. L’Atletica Fabriano è tornata a casa con dieci medaglie: 3 ori, 3 argenti e 4 bronzi. I risultati sono valsi ai biancorossi il 19° posto nel Campionato di Società Indoor, che complessivamente appare un po’ strettino, ma che esaminandolo bene è lusinghiero, visto che i cartai l’hanno ottenuto misurandosi soltanto in 7 delle 12 specialità previste.

L’apertura è avvenuta col botto, grazie all’oro conquistato da Antonio Gravante – appena tornato a vestire i colori dell’Atletica Fabriano dopo 13 anni in altre società marchigiane – nei 3.000 metri M40 (40-44 anni), corsi in 8’ 56” 49.

Gli faceva seguito l’argento di Giovanni Feliciani nel Pentathlon M60 (60-64 anni), dietro all’imbattibile Hubert Idra. Feliciani è stato eccellente nel 60hs, nel lungo e nel peso, fino a correre i mille in 3’ 47” 54.

Era poi la volta di Sandro Ballelli, altro intramontabile dell’Atletica Fabriano, a fregiarsi di un bronzo nei 3.000 metri nella categoria M70 (70-74 anni), corsi in 14’ 40” 15.

L’ultima medaglia fabrianese nella giornata inaugurale arrivava da Giorgio Tiberi, bronzo nei 1.500 metri categoria M40 (40-44 anni) in 4’ 22” 64.

Giorgio Tiberi (a destra), bronzo nei 1.500 metri categoria M40

Nella giornata di sabato, la pista dorica veniva apparecchiata per il velocista Massimiliano Poeta, che nei 400 metri categoria M45 (45-49 anni) annientava letteralmente la concorrenza conquistando l’oro in estrema agilità (52” 38 il suo crono).

Massimiliano Poeta, oro nei 400 metri categoria M45

Altre soddisfazioni arrivavano la domenica. A cominciare con il bronzo nella staffetta 4×200 categoria M35 (35-39 anni), conquistato dal quartetto composto da Luca Bosi, Daniele Capomagi, Giandaniele Mariani e Gianluca Bertoni: 1’ 46” 52 il loro tempo.

Ancora Massimiliano Poeta, poi, saliva sul gradino più alto del podio, stavolta nei 200 metri categoria M45 (45-49 anni): emozionante lo sprint con Andrea Benatti, superato al fotofinish in 23” 66. Per Poeta, si è trattato dell’ottavo titolo italiano, che va ad aggiungersi alla sua già ricca bacheca (in cui figurano anche un oro mondiale, due europei e uno olimpico Master). Grazie a questi risultati appena conseguiti ad Ancona, per lui è praticamente certa la partecipazione al Golden Gala della prossima estate.

Un’altra medaglia (argento) giungeva grazie alla staffetta 4×200 nella categoria M55 (55-59 anni), ottenuta grazie alle prestazioni di Giovanni Feliciani, Enrico Ghidetti, Mario Santori e Massimiliano Poeta: 1’ 50” 02 il tempo.

Poeta, Ghidetti, Santori e Feliciani: argento nella staffetta 4×200 categoria M55

Infine, ma non in ordine di importanza, le medaglie conquistate dai due più anziani dell’Atletica Fabriano, inossidabili amanti dello sport, entrambi impegnati nella categoria M80 (80-84 anni): il riferimento è a Raffaello Piermattei (argento nel salto triplo con metri 7.30) e a Bruno D’Agostino (bronzo nel giavellotto con metri 12.60, dopo aver sfiorato il podio anche nel disco con metri 15.77).

Hanno fatto parte della kermesse tricolore, pur non avendo conseguito medaglie – ma contribuendo con impegno e passione – anche Giovanni Minetti, Paolo Costanzi, Romualdo Burattini, Maurizio Marini e Massimo Pergolini.

Sempre sabato scorso, ma a Rieti, si sono svolti i Campionati Italiani Invernali di lanci lunghi. Nella Categoria Giovanile, a rappresentare degnamente l’Atletica Fabriano c’erano Sara Zuccaro (Allieva 1° anno) e Linda Lattanzi (Junior 1° anno), entrambe presenti grazie alla qualificazione ottenuta come migliori otto italiane rispettivamente nel martello di 4 chili e nel disco. Entrambe a Rieti hanno confermato la loro bravura, grazie all’attenta preparazione curata dall’allenatore Pino Gagliardi. Sara Zuccaro ha conquistato il 6° posto (il 2° considerando soltanto le Allieve) lanciando il martello a metri 47.20 (un lancio lontano dal suo personale, 48.56, ma ugualmente eccellente); sesto posto anche per Linda Lattanzi, che addirittura ha firmato il suo personale nel disco, portandolo a metri 38.75 (il precedente era 38.40).

Linda Lattanzi, Pino Gagliardi, il campione Nicola Vizzoni e Sara Zuccaro a Rieti

A Macerata, invece, si sono svolti i Campionati Regionali di Cross giovanile. L’Atletica Fabriano ha potuto applaudire il 3° posto di Alessandro Giacometti sulla distanza del chilometro e mezzo. Hanno gareggiato anche Jacopo Coppari, Matteo Ambrosini, Francesco Ranxha, Sofia Coppari, Andrea Mingarelli e Giacomo Lorenzini.

In conclusione di questo ampio resoconto, il Meeting di Modena svoltosi domenica 26 febbraio. Qui, senza particolari acuti le atlete della Rappresentativa Marchigiana, tra le quali figuravano per l’Atletica Fabriano le velociste Livia Moretti ed Elisa Maggi, nel lungo Martina Ruggeri e nel martello Benedetta Dell’Osso.