Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

L’Atletica Fabriano si gode Cadetti e Ragazzi

Nel meeting giovanile "Città di Osimo", diciassettesima prestazione italiana per Francesco Ghidetti negli 80 metri, strepitosi Giacometti e Ranxha, bene anche Filippo Danieli e Matteo Ambrosini

I giovani Francesco Ranxha e Alessandro Giacometti dell'Atletica Fabriano

FABRIANO – Il giovane Francesco Ghidetti dell’Atletica Fabriano si conferma sempre di più tra i migliori sprinter in circolazione a livello Cadetti (14-15 anni). Il suo nuovo limite di 9” 37 negli 80 metri – stabilito domenica al “Meeting Giovanile Città di Osimo” – lo colloca addirittura in 17a posizione nel ranking italiano e sappiamo bene come i ragazzi che corrono siano tantissimi. Il giovane Ghidetti è allenato da Massimiliano Poeta. Ad Osimo, anche altri Cadetti dell’Atletica Fabriano hanno ben figurato. Berat Mehmedi, ad esempio, ha avuto il merito e la soddisfazione di ottenere il personale nei 100hs, abbattendo il muro dei 16” (15” 94), per poi replicare coraggiosamente anche nei 300hs, corsi in 48” 90. Ha provato ancora negli 80 Andrea Girolametti ed il suo discreto 10” 45 conferma che potrà mettere a frutto la sua velocità nei salti in estensione, dove eccelle e dove merita maggiore confidenza con le rincorse.

Scendendo di categoria, Atletica Fabriano eccellente anche con i Ragazzi. Sanno fare tutto e non a caso si sono aggiudicati il titolo regionale di prove multiple (Alessandro Giacometti, Filippo Danieli e Sofia Coppari sono in finale nazionale nel Trofeo Coni). Ad Osimo hanno confermato di sapere correre (non c’erano altre discipline se non la velocità, con e senza ostacoli). Medaglia d’oro nei 60 metri piani per Alessandro Giacometti in 8” 03 (personale 7” 97) e argento per Francesco Ranxha, al personale con 8” 09. Al quarto posto Filippo Danieli in 8” 42 e al 13° Matteo Ambrosini in 9” 20.

Quasi una replica secca nei 60 ostacoli, con Alessandro Giacometti secondo in 9” 34 e Filippo Danieli terzo in 9” 84. Uno spettacolo davvero, concluso da Francesco Ranxha ottavo in 10” 96 e da Matteo Ambrosini 17° in 11” 83. Alessandro Giacometti ormai è una certezza in ogni disciplina, indiscusso campione regionale di categoria nelle prove multiple. Filippo Danieli, forse un domani non lontano, sarà davvero un grande lanciatore (in regione non ha rivali) ma al momento interpreta anche lui la regoletta del “corri, salta, lancia” imposta dalla nostra Federazione per far crescere i giovanissimi nella piena consapevolezza di tutte le loro potenzialità. Francesco Ranxha, dal canto suo, continua a stupire tutti già al primo anno della categoria Ragazzi. L’istruttore Gabriele Archetti merita ovviamente un encomio particolare per il grande lavoro che sta svolgendo con un gruppo numeroso e affiatato.