Assunzioni AnconAmbiente, lavoratori di Fabriano fuori dalle selezioni. Troppo vecchi

L'appello del responsabile dell'Area Sindacale Territoriale di Fabriano, Andrea Cocco, affinché la società cambi il limite dei 40 anni previsto dal bando. Si chiede un intervento anche da parte dei sindaci associati

Una veduta di Fabriano

FABRIANO – Assunzioni in AnconAmbiente, le proteste della Cisl di Fabriano per la presenza dei limiti di età. «Sono 15 i lavoratori interinali che non potranno partecipare perché hanno più di 40 anni. Cambiate il criterio e i Sindaci dei comuni Associati facciano pressione per cambiare questo criterio, innalzando l’età per potervi partecipare», l’invito rivolto dal responsabile dell’Area Sindacale Territoriale di Fabriano, Andrea Cocco.

AnconAmbiente ha annunciato che partirà a breve una selezione per l’assunzione di personale dipendente che aveva portato a una nota da parte della Fit-Cisl per quel che riguarda il problema legato ai criteri di individuazione delle candidature. A questa selezione, infatti, potranno candidarsi solo coloro che hanno un’età compresa tra 18 e 40 anni, perciò rimarrebbero esclusi tutti gli over 40, che nella Regione Marche costituiscono da qualche anno, per effetto della crisi, una delle fasce più in difficoltà nel mercato del lavoro.

Per quello che riguarda la zona di Fabriano, i 15 lavoratori interinali, che già lavorano in AnconAmbiente da somministrati, da molti mesi, su un totale di 17 lavoratori, sarebbero tagliati fuori a priori. «Sono 15 lavoratori che provengono da crisi aziendali di aziende metalmeccaniche e sono stati espulsi dal mondo del lavoro non per loro volontà e si sono riqualificati da operatori ecologici o da autisti. Non ci sembra moralmente corretto da parte di AnconAmbiente escluderli da questa opportunità di lavoro, visto che dovranno sostenere una preselezione e successivamente una selezione scritto/orale», scrive nella nota il responsabile dell’Area Sindacale Territoriale di Fabriano, Andrea Cocco.

Da qui, l’appello alla società «per rivedere questa restrizione elevando l’età dei candidati, e ai Sindaci dei Comuni associati alla gestione della differenziata di AnconAmbiente chiede di farsi carico di questo problema per sostenere e aiutare i cittadini e lavoratori del territorio, già colpiti pesantemente da precedenti sfortune lavorative».