Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano, Ariston Thermo: test antigenici per i dipendenti su base volontaria

Il controllo, a carico dell’azienda, si sta effettuando in questi giorni, sfruttando la pausa per le festività natalizie, prima del rientro effettivo dei lavoratori nelle varie sedi o stabilimenti

Sede Ariston Thermo Group Fabriano

FABRIANO – Test antigenici naso-faringei, su base volontaria, a tutti i dipendenti dei siti produttivi di Ariston Thermo Group. Il controllo, a carico dell’azienda, si sta effettuando in questi giorni e sfruttando la pausa per le festività natalizie e, quindi, prima del rientro effettivo dei lavoratori nelle varie sedi o stabilimenti di appartenenza previsto a partire dal 7 gennaio. Anche in questo caso, sono state informate le parti sociali.

Non è la prima volta che Ariston Thermo, azienda di Fabriano leader nel mercato globale del comfort termico per ambienti domestici, commerciali e industriali, presieduta da Paolo Merloni e fondata dal padre Francesco, mette al primo posto la salute dei propri dipendenti durante questa emergenza sanitaria dovuta alla pandemia da Coronavirus. Già a fine agosto scorso, al rientro dallo stop produttivo per le ferie estive, tutti i dipendenti degli stabilimenti del Gruppo erano stati invitati, sempre su base volontaria, a sottoporsi a questa tipologia di controllo.

Ora la scelta si ripete e dopo le festività natalizie chi volesse potrà sottoporsi al test antigenico naso-faringeo prima di tornare al proprio posto di lavoro. Una misura, dunque, volta a tutelare la salute di ciascuna persona e ridurre al minimo il rischio di ingresso in stabilimenti di positivi asintomatici al Covid-19. Il tutto nell’ambito di un ferreo protocollo anti diffusione della pandemia da Coronavirus che ha visto Ariston Thermo Group di Fabriano fra le prime multinazionali ad adottarlo fin dai primi mesi dello scorso anno.

La medesima scelta operata dal Gruppo presieduto da Paolo Merloni è stata anche adottata da altre realtà del distretto economico di Fabriano. Nei giorni scorsi, infatti, anche il Gruppo Fedrigoni ha dato questa possibilità, sempre su base volontaria, a tutti i dipendenti degli stabilimenti marchigiani delle Cartiere: Fabriano, Sassoferrato, Pioraco e Castelraimondo. I sindacati, in entrambi i casi, hanno fortemente raccomandato l’adesione all’iniziativa.