Area Vasta 2, si ripristinano 55 posti letto nelle strutture ospedaliere. Ma non in tutte

La riattivazione ci sarà entro il 15 ottobre. Coinvolti i nosocomi di Senigallia, Jesi, Cingoli, Fabriano, Chiaravalle e Loreto. Ci sono però delle eccezioni

Foto d'archvio

FABRIANO – Si chiude il piano ferie estivo per l’Area Vasta 2 e vengono ripristinati i posti letto, ma non tutti. A Senigallia riattivati in vari reparti, ma non quelli di Gastroentorologia; a Jesi, in arrivo anche infermieri e Oss, ma non i posti letto di Medicina; a Cingoli, permane la riduzione di 20 posti letto. A Fabriano, ci saranno riattivazioni, ma non a Medicina.

Complessivamente saranno di nuovo riattivati circa 55/58 posti letto effettivi, ma potrebbero essere di più in caso di necessità. La Conferenza dei sindaci si è svolta a Fabriano la scorsa settimana e, fra le varie notizie, era emersa la volontà graduale da parte dei vertici sanitari di riaprire gradualmente i posti letto accorpati durante il periodo estivo.

Ed effettivamente si darà corso a questa riapertura entro il 15 ottobre prossimo.

LE STRUTTURE OSPEDALIERE COINVOLTE
Senigallia
: Ripristino dei 4 posti letto di Nefrologia e Dialisi; del 4 posti letto di Cardiologia; dei 4/5 posti letto di Ortopedia; 3/4 posti letto di Chirurgia Generale. Tutte, quindi, ritroverebbero l’assetto antecedente il piano ferie estivo, a eccezione di Gastroenterologia dove, invece, permane la chiusura dei posti letto.

Jesi: Ripristino Sezione Urologia – Chirurgia fino a 25 posti letto totali con utilizzo flessibile, orientativamente 9 e 16; Ripristino attività di Day Surgery con riapertura della sezione alla medesima dedicata per il totale dei posti letto previsti, a uso multidisciplinare; Ripristino dei posti letto assegnati a Ortopedia, 24, con riapertura parziale a 8; Assegnazione a Reumatologia di 10 infermieri e 8 Oss sia per le attività di degenza che ambulatoriali, con rimodulazione delle attività in autonomia a seconda del fabbisogno. Permangono, invece, la riduzione di 10 posti letto di Medicina e la riduzione di 20 posti letto nella struttura di Cingoli.

Fabriano: Ripristino di 12 posti letto da usare in maniera flessibile tra Otorinolaringoiatria e Ginecologia, orientativamente 8 e 4; ripristino dei 25 posti letto area Chirurgica generale e Urologia; ripristino dei 22 posti letto per Ortopedia e Oculistica con ripartizione orientativa 17 e 5. Per quel che riguarda Medicina, invece, permane la riduzione dei 10 posti letto.

Infine, permangono la riduzione di 8 posti letto per le Cure intermedie di Chiaravalle e i 3 posti letto per le Cure intermedie di Loreto.

La decisione di riapertura graduali tiene conto dell’analisi e del bilanciamento dei diritti infungibili per la cittadinanza, della logistica vincolante in termini di sezioni, del personale attualmente in servizio. «L’assetto potrà mantenersi a invarianza di organico e, solo in caso di nuove contrattualizzazioni sia dell’area della Dirigenza che del Comparto, si potranno ipotizzare ulteriori step e crono-programmi di riapertura», conclude la nota dell’Area Vasta 2 di Fabriano inviata a tutti gli interessati.