Annual Meeting Unesco Fabriano 2019: se ne parla a Milano

Francesca Merloni ambasciatrice di Buona Volontà Unesco ha presentato, ieri pomeriggio, all’interno del panel “Città Capitali della Cultura” la conferenza annuale delle Città Creative prevista nella città della carta nel giugno del prossimo anno

Francesca Merloni
Francesca Merloni

FABRIANO – Nuova tappa di avvicinamento all’Annual Meeting Unesco 2019 che sarà ospitato a Fabriano. L’ambasciatrice Unesco, Francesca Merloni, è a Milano per le città capitali della cultura, Urbanpromo “Progetti per il Paese” prestigiosa iniziativa organizzata dall’Istituto Nazionale di Urbanistica.

Si tratta dell’evento culturale di riferimento sul grande tema della rigenerazione urbana, intesa come processo di strategie, politiche, azioni, finalizzate alla realizzazione di uno sviluppo urbano sostenibile e a questa edizione di Urbanpromo, che si svolge sino al 23 novembre a Milano, parteciperà anche Fabriano Città Creativa Unesco. Convegni e workshop si uniscono a esposizioni di progetti e iniziative concrete, rivolgendosi a un pubblico qualificato di professionisti, imprese, docenti e ricercatori, amministratori. Occhi puntati anche sulla ricostruzione post-terremoto, su cui Urbanpromo ospiterà due sessioni di lavoro specifiche.

Fabriano sarà presente con Francesca Merloni ambasciatrice di Buona Volontà Unesco che ha presentato, ieri pomeriggio, all’interno del panel “Città Capitali della Cultura” la conferenza annuale delle Città Creative prevista nella città della carta nel giugno del 2019. Presente anche Vittorio Salmoni, Focal Point Città Creativa di Fabriano, che coordinerà il lavoro del Panel.

Con la Merloni hanno discusso dei progetti e delle politiche in corso Adriana Nepote, assessore del Comune di Mantova (Capitale italiana della Cultura 2016), l’artista Marco Nereo Rotelli di Pistoia (Capitale Italiana della Cultura 2017), Leoluca Orlando, sindaco di Palermo (Capitale Italiana della Cultura 2018), Patrizia Bonifazio e Renato Lavarini di Ivrea (città recentemente riconosciuta come Patrimonio Unesco per la sua storia industriale), Stefania Monteverde, vicesindaco di Macerata (candidata a Capitale italiana della Cultura per il 2020).

«Si è trattato di un’occasione cruciale, per sottolineare l’importanza di ospitare nella città di Fabriano e nel nostro Paese la riunione annuale delle Città Creative dell’Unesco, il più qualificato evento mondiale dedicato alla reazione tra cultura, sviluppo e vivere urbano, una conferma dell’importanza che questo appuntamento ha per la comunità scientifica e culturale italiana e internazionale», ha evidenziato Francesca Merloni al termine dell’appuntamento milanese.