Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Efficaci e tempestivi, gli angeli del Cisom scendono in campo a fianco della Caritas

Quindici volontari si sono messi in moto per aiutare 300 famiglie residenti a Fabriano. «Non è un’emergenza come le altre questa, ma vogliamo superarla e vogliamo dare il nostro contributo», evidenzia Stefano Sforza, capogruppo del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta

Cisom Fabriano

FABRIANO – Efficaci e tempestivi, questo il motto del Cisom, Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta, sezione di Fabriano, che ha raccolto l’invito della Caritas della Diocesi Fabriano-Matelica per dare una mano ai più bisognosi. «Siamo scesi in campo ora che ce l’hanno chiesto, nel momento del bisogno, nel momento in cui iniziano a ravvisarsi i primi segni di un disagio sociale, acutizzato ancor di più dall’emergenza coronavirus», evidenzia Stefano Sforza, capogruppo Cisom.

A seguito di una richiesta di aiuto da parte del Presidente della Caritas diocesi di Fabriano e Matelica Mons. Franco Massara e dal Direttore della stessa Don Marco Strona, «ai quali va il mio più sentito ringraziamento per la fiducia accordataci», il Cisom si è subito messo in moto per aiutare 300 famiglie. «Ci siamo messi in moto al fine di organizzare il servizio di preparazione e distribuzione dei pacchi alimentari a tutte quelle famiglie che si rivolgevano al Social Market di via Di Vittorio e che causa delle varie ordinanze governative è stato costretto a interrompere il servizio», prosegue Sforza.

La consegna dei pacchi Caritas

Sono scesi in campo 15 volontari, che si alternano nella preparazione e nella consegna dei pacchi alimentari, tutti in uniforme e attenendosi scrupolosamente alle regole di comportamento dettate dalle autorità sanitarie e dal Governo. «È un momento difficile questo, vedere gli occhi di queste persone, che brillano di gioia nel vederci e che al citofono ti dicono “Grazie Angeli di Malta” ci riempie il cuore di gioia e ci spinge a fare e dare sempre di più. Non è un’emergenza come le altre questa, ma vogliamo superarla e vogliamo dare il nostro contributo».

Oltre a questo servizio, «il nostro gruppo è a disposizione e siamo in attesa delle varie richieste per il Progetto 100 guidato da Guido Bertolaso. Vorrei cogliere l’occasione a riguardo, per spiegare cosa è il Cisom. Non è una congrega, come definita da qualcuno, ma è una fondazione di diritto melitense con finalità di protezione civile, sociale, assistenziale umanitario e di cooperazione strumentale al Sovrano Ordine di Malta. Si opera per portare assistenza e pronto soccorso alle persone che ne necessitano e si è in stretta collaborazione con il Dipartimento della Protezione civile. Il Cisom ha più di 4.000 volontari su tutto il territorio nazionale, di cui 800 tra medici infermieri e psicologi. Il nostro gruppo a Fabriano è composto da un medico, da due infermieri e da una psicologa e il resto volontari soccorritori muniti di brevetto BLSD, supporto di base delle funzioni vitali e defibrillazione precoce».

Rispettate tutte le norme nelle consegne