Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Anche Fabriano presente a “La pellicola d’oro”

L’unico musicista presente per la X edizione dell’iniziativa romana, è stato Diego Trivellini, giovane fabrianese provetto strumentista con particolare attenzione alla fisarmonica di cui è un grande interprete e innovatore

Diego Trivellini sul palco

FABRIANO – C’è stato anche un pizzico di Fabriano all’interno della prestigiosa manifestazione “La pellicola d’oro”, dedicata alla premiazione dei mestieri e degli artigiani del cineaudiovisivo italiano, tenutasi nella Casa del Cinema di Villa Borghese a Roma, con la sponsorizzazione di Rai Cinema, Rai Movie, Anica, Apa, Mibac. Infatti, l’unico musicista presente per la X edizione dell’iniziativa romana, è stato Diego Trivellini, giovane fabrianese provetto strumentista con particolare attenzione alla fisarmonica di cui è un grande interprete e innovatore.

La sua partecipazione è nata quasi per caso. «Qualche settimana fa, durante il tour estivo dello spettacolo “Stavamo meglio quando stavamo peggio?” con Stefano Masciarelli e Fabrizio Coniglio, abbiamo fatto tappa a Santa Severa, nella manifestazione “Caffeina”. Tra il pubblico di quella sera c’erano alcuni responsabili dello staff del Premio, che hanno apprezzato la mia esecuzione e ne hanno parlato al regista-scenografo Enzo De Camillis, direttore artistico de “La pellicola d’oro”. Da qui, la decisione di inserirmi come unico musicista dell’evento», ha raccontato Trivellini.

Il giovane musicista di Fabriano si è esibito con brani di Ennio Morricone, un omaggio al Maestro scomparso da poco. «Tra i tanti, ha selezionato “C’era una volta il west”, “Cheyenne”, “La canzone di Cockeye”, “Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto”, “The mission”. Devo dire che l’idea inizialmente mi ha messo un po’ di ansia. Ho sempre cercato di studiare e riproporre le sue melodie con arrangiamenti quanto più possibile fedeli agli originali». Quindi, inframezzi musicali molto apprezzati dai presenti alla serata, dagli organizzatori e dagli stessi premiati, fra questi, Giovanna Ralli, Francesco Rutelli, Carolina Crescentini, Mavina Graziani, Claudio Amendola.

«Devo dire che soprattutto nel mio primo intervento mi sono emozionato non poco: suonare i temi del Maestro, nella sua città, di fronte a tanti personaggi che hanno collaborato nel tempo con lui, mi ha impegnato non poco. Subito sono arrivati apprezzamenti dai presenti, che ricevendo il premio si dichiaravano emozionati grazie anche ai miei interventi musicali. Una serata molto gratificante, che mi ha dato nuovi stimoli per continuare nella mia attività di studio e orchestrazione», ha concluso il giovane musicista di Fabriano, Diego Trivellini.