Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Al via i play-out salvezza, coach Fantozzi carica la Ristopro Fabriano

Domani - domenica 29 aprile - gara-1 a Cerignola. Il tecnico: «Sappiamo che ci aspetta una serie dura, in cui la prima partita conta molto. Oltre al discorso tecnico e tattico, in queste partite sono molto importanti la voglia e il coraggio»

Coach Alessandro Fantozzi passa in rassegna i giocatori fabrianesi all'inizio di una partita (foto di Martina Lippera)

FABRIANO – Inizia domani – domenica 29 aprile – la serie play-out al meglio delle tre partite tra Ristopro Fabriano e Udas Cerignola. Il primo appuntamento è in programma in terra pugliese, al Pala Di Leo, con palla a due alzata alla ore 18 dai direttori di gara Giovanni Roca di Avellino e Nicola Tammaro di Montecorice (Sa).

Gara-2, poi, è prevista mercoledì 2 maggio al PalaCingolani di Recanati alle ore 21 (visto che il PalaGuerrieri di Fabriano è stato squalificato per due giornate dal giudice sportivo). Per l’eventuale gara-3, qualora necessaria, ci si sposterà di nuovo a Cerignola domenica 6 maggio. Chi vince la serie è salvo e rimane in serie B, chi perde retrocede in serie C. Senza ulteriori appelli.

«Sappiamo che ci aspetta una serie dura, in cui la prima partita conta sempre molto – presenta la sfida l’allenatore fabrianese Alessandro Fantozzi. – In settimana ci siamo preparati e siamo pronti. Oltre al discorso tecnico e tattico, in gare come queste conta molto il punto di vista agonistico, la voglia e il coraggio. Com’è la condizione fisica della squadra? Qualche acciacco di fine stagione e il problema di lungo corso di Bugionovo. Ma domani tutti stringeranno i denti e saranno pronti a dare il proprio apporto».

Coach Fantozzi, domenica scorsa – dopo quattro sconfitte di fila – la Ristopro è tornata alla vittoria contro Nardò: che segnali ha visto in quella partita?
«L’atteggiamento giusto e voglia di combattere per quaranta minuti, che invece non eravamo riusciti a mettere in campo nella seconda parte del match precedente a Pescara. Contro Nardò, pur avendo degli alti e bassi, non ci siamo mai abbattuti e non abbiamo mai perso l’atteggiamento positivo in campo, questo è molto importante».

Sarà una serie play-out che la Ristopro dovrà giocare sempre lontano da Fabriano, vista la squalifica del PalaGuerrieri…
«Arrivati a questo a questo punto del campionato dobbiamo vincere due partite, in qualsiasi posto le giochiamo, quindi quello del campo non deve essere un alibi. Penso comunque che ci saranno lo stesso tanti tifosi a sostenerci, anche a Recanati».

Dopo l’allenamento di questa mattina, sabato, la squadra fabrianese partirà nel primo pomeriggio per Cerignola, dove pernotterà in vista della importante sfida di domani contro l’Udas. Saranno una cinquantina i sostenitori al seguito.