Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano, li aiuta con le buste della spesa e poi tenta di derubarli

Gli agenti del Commissariato di Pubblica sicurezza cittadino hanno deferito all'Autorità giudiziaria un 45enne italiano, non residente a Fabriano

La Polizia di Fabriano

FABRIANO – Prima l’offerta amichevole di dare una mano con le buste della spesa. Quindi, il tentativo di furto. Fortunatamente non andato a segno. Deferito un 45enne italiano, non residente a Fabriano. Nella giornata di ieri, 23 settembre, gli agenti del Commissariato di Pubblica sicurezza cittadino sono stati allertati con una chiamata al 113. Un fabrianese ha chiesto il loro intervento in prossimità del parcheggio del centro commerciale Coop in via Dante. In pratica, un anziano aveva segnalato di aver subito un tentativo di furto.

Immediato è stato l’intervento della volante della polizia. Gli agenti hanno intercettato il ladro e la coppia che aveva chiesto aiuto. Quest’ultimi hanno raccontato i fatti. I due anziani, una volta ultimato di fare la spesa al supermercato, si stavano dirigendo alla propria automobile. All’improvviso il 45enne li ha avvicinati, si è finto loro amico aiutandoli con le buste della spesa. Dopo averlo fatto, però, ha chiesto all’uomo una ricompensa, spiegando che i soldi gli sarebbero serviti per poter mangiare. L’anziano di Fabriano si è impietosito. Ha messo mano al portafoglio e gli ha dato 20 euro. Con una mossa fulminea, però, il ladro è riuscito ad agguantare una banconota da 50euro direttamente dal portafoglio. Il fabrianese si è messo veementemente a protestare, attirando l’attenzione dei presenti, e chiamando prontamente la Polizia di Fabriano.

A questo punto, il ladro gli ha riconsegnato i 50 euro. Ma questo suo ravvedimento tardivo gli è comunque costato il provvedimento. È stato, infatti, deferito all’Autorità Giudiziaria, per il reato di tentato furto aggravato. Inoltre, non essendo residente nel comune di Fabriano e non avendo altresì alcun altro motivo che ne giustificasse il soggiorno, con provvedimento del Questore di Ancona, è stato riportato presso il proprio luogo di residenza con il divieto di ritornare nel comune della città della carta per i prossimi tre anni.            

© riproduzione riservata