Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Addio Silvio Gambini, l’uomo ustionato nell’incendio non ce l’ha fatta

Grande cordoglio per la città di Fabriano. Il quadro cllinico dell'87enne è velocemente peggiorato nonostante il pronto trasferimento all'ospedale grandi ustionati di Pisa. La causa dell'incendio il malfunzionamento di una piccola stufa elettrica

Vigili del fuoco
Vigili del fuoco

FABRIANO – Addio a Silvio Gambini, il pensionato 87enne, conosciuto come Silvano, rimasto vittima dell’incendio sviluppatosi nel suo appartamento in via Serraloggia il 18 ottobre scorso, nel quale ha riportato gravissime ustioni.

Silvio Gambini

Le fiamme si sarebbero sprigionate con ogni probabilità dal malfunzionamento di una piccola stufa elettrica, accesa per riscaldare l’ambiente dalle rigide temperature di quei giorni: una scintilla ha raggiunto il divano e la coperta dove Silvano stava riposando. Le gambe dell’uomo sono state avvolte dalle fiamme che, via via, lo hanno raggiunto anche nella parte superiore del corpo. Subito la moglie, lievemente intossicata dal fumo, ma non ustionata dal fuoco, ha allertato i soccorsi. Sul posto i vigili del fuoco del distaccamento cittadino, insieme al 118 dell’ospedale Engles Profili e gli agenti del commissariato di Pubblica sicurezza, diretto dal commissario Capo Fabio Mazza.

L’uomo non ce l’ha fatta ed è mancato all’ospedale di Pisa, dove era stato trasferito in eliambulanza in codice rosso nonostante i tentativi di ricovero presso il centro grandi ustionati di Cesena. Nella fase iniziale della cura il pensionato era riuscito a rimanere cosciente, seppur fortemente dolorante, ma ben presto le sue condizioni di salute sono divenute più critiche.

Il decesso è sopraggiunto nei giorni scorsi. Il 24 ottobre scorso, la celebrazione dei funerali con la successiva tumulazione del feretro all’interno del cimitero di Santa Maria.