Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano: accordo fra Ariston Thermo, Politecnico di Milano e Fondazione Politecnico

Le tre realtà metteranno insieme le loro risorse e competenze per affrontare la sfida del progresso scientifico e tecnologico nell’ambito della sostenibilità

Accordo con Ariston Thermo Group protagonista

FABRIANO – Siglato un accordo quadro di collaborazione scientifica tra Ariston Thermo Group, azienda di Fabriano leader nel mercato globale del comfort termico per ambienti domestici, commerciali e industriali, il Politecnico di Milano, eccellenza nel campo del progresso scientifico e tecnologico, e la Fondazione Politecnico di Milano, realtà nata nel 2003 con l’obiettivo di valorizzare la ricerca all’interno dei dipartimenti del Politecnico e allo stesso tempo innovare il contesto economico e produttivo. Le tre realtà metteranno insieme le proprie risorse e competenze per affrontare la sfida del progresso scientifico e tecnologico nell’ambito della sostenibilità.

L’accordo, firmato dal rettore dell’Ateneo Ferruccio Resta, dal presidente della Fondazione Politecnico di Milano Andrea Sianesi, e dal presidente esecutivo di Ariston Thermo Paolo Merloni, avrà una durata di cinque anni e intende allargare e rendere più strategici gli ambiti di collaborazione già avviati nella ricerca e nell’innovazione tecnologica per lo sviluppo di soluzioni sostenibili nel settore del comfort termico. Il perimetro della collaborazione includerà, tra gli altri, lo sviluppo e test di cicli termodinamici innovativi, la realizzazione di test di prototipi di unità e sistemi, l’analisi di problematiche inerenti alla scienza dei materiali, i sistemi e le logiche di controllo avanzate, la connettività avanzata di sistemi (IoT e big data), lo studio e la proposta di normative inerenti a nuove tecnologie, le tecnologie dell’idrogeno e di vettori energetici rinnovabili, e l’analisi dei sistemi energetici.

Centro di ricerca

La multinazionale di Fabriano, fondata da Francesco Merloni e alla cui guida c’è da anni il figlio Paolo, ha da tempo deciso di cogliere la sfida della sostenibilità, motivo per cui negli ultimi anni ha progressivamente aumentato gli investimenti in ricerca, sviluppo e produzione di prodotti sostenibili, superando gli 80 milioni di euro l’anno. Nel 2019, inoltre, sono stati incrementati del 40% gli investimenti dedicati ai prodotti rinnovabili rispetto al 2018. In questo processo, il 2016 ha rappresentato un’importante pietra miliare per Ariston Thermo: l’inaugurazione alle porte di Milano dell’Ariston Thermo Innovative Technologies, polo di eccellenza per la ricerca e lo sviluppo di soluzioni all’avanguardia nel settore del comfort termico.

Le prime collaborazioni con il Politecnico, già avviate, si sono articolate principalmente in consulenze scientifiche per lo sviluppo e il test di soluzioni di climatizzazione sostenibile, quali le pompe di calore elettriche, le pompe di calore ad assorbimento alimentate a gas e lo sviluppo di sistemi IoT (Internet of Things). I progetti che ne sono derivati sono risultati talmente innovativi da suscitare l’interesse delle istituzioni che, riconoscendone il contributo di novità tecnologica ed i benefici sociali/ambientali, hanno deciso di finanziarli. Ad esempio, “i-GAP”- progetto che sviluppa tecnologie per la progettazione e la produzione di pompe di calore ad assorbimento a gas naturale per uso residenziale con un innovativo ciclo termodinamico – e “Lombhe@t” – progetto articolato di sviluppo di un set di soluzioni per la de-carbonizzazione del settore civile – hanno ricevuto da parte di Regione Lombardia importanti riconoscimenti, con grants rispettivamente dal valore di 4,5 e 3,7 milioni di euro.

Il supporto che il Politecnico di Milano darà ad Ariston Thermo non si limiterà dunque al reclutamento di talenti, ma sarà incentrato anche sulla realizzazione di training specifici rivolti agli attuali e futuri professionisti della climatizzazione sostenibile. L’accordo prevede inoltre l’istituzione di “Dottorati di ricerca” su tematiche individuate da Ariston Thermo. «Il Politecnico di Milano, forte delle competenze sviluppate presso i propri dipartimenti e laboratori, sigla con Ariston Thermo un accordo che non solo allarga gli ambiti di collaborazione già avviati, ma investe sul valore della persona, vero fattore di cambiamento. Attraverso l’istituzione di Dottorati di Ricerca congiunti, università e impresa puntano alla valorizzazione del talento. Da qui nascono idee e tecnologie vincenti», commenta Ferruccio Resta, Rettore del Politecnico di Milano.

«Il rafforzamento della collaborazione tra Università e Impresa, che per Fondazione è parte della propria missione, si arricchisce grazie a questa iniziativa che risponde alle aspettative e ai bisogni di tutti gli stakeholder, accrescendo al contempo la spinta innovativa in un’ottica di lungo periodo», le parole di Andrea Sianesi, presidente Fondazione Politecnico di Milano.

«Il rapporto di successo tra Ariston Thermo, il Politecnico di Milano e la Fondazione Politecnico di Milano si consolida con questo importante accordo, che ci permette di fare un altro passo cruciale verso la realizzazione di soluzioni sempre più efficienti dal punto di vista energetico – ha concluso Paolo Merloni, presidente esecutivo di Ariston Thermo -. La collaborazione si rafforza proprio nell’anno del 90° anniversario dalla nostra fondazione e siamo orgogliosi di poter mettere la sostenibilità e le persone, da sempre valori cardine dell’Azienda, al centro di questo progetto».