Centro Pagina - cronaca e attualità

Cultura

Urbino, Luigi Gallo è il nuovo direttore della Galleria nazionale delle Marche

Rientra tra i 13 super direttori nominati dal Ministero. Il sindaco Gambini: «Ha lavorato alla mostra su Raffaello alle Scuderie, un'ottimo inizio»

Università di Urbino (studentville.it)

URBINO – Luigi Gallo è il nuovo direttore della Galleria Nazionale delle Marche di Urbino. 53 anni, storico dell’arte, è curatore di mostre alle Scuderie del Quirinale. Rientra fra i 13 nuovi super direttori annunciati dal ministro della Cultura dario Franceschini.

A valutare i candidati è stata una commissione presieduta dal direttore del museo Egizio di Torino e composta dai direttori della National Gallery di Londra, del Prado di Madrid e da esperti. I candidati per i 13 istituti culturali statali dotati di autonomia erano 425. La Galleria nazionale delle Marche era affidata ad interim al direttore della Galleria Nazionale dell’Umbria Marco Pierini, dopo le dimissioni del precedente direttore Peter Aufreiter, che ha assunto la direzione del Museo della Tecnica a Vienna. 

Il sindaco di Urbino Maurizio Gambini vuole dare il benvenuto allo storico dell’arte Luigi Gallo: «Apprendo con piacere della nomina del nuovo direttore della Galleria Nazionale e del Polo Museale delle Marche. Non lo conosco ancora personalmente – continua il sindaco –, ma ho avuto modo di salutarlo al telefono. Ho letto che ha una formazione di eccellenza e un curriculum ricco di esperienze in Italia e all’estero, tra cui spicca quella alle Scuderie del Quirinale dove ha anche seguito la grande mostra su Raffaello. Sono rimasto molto colpito dall’entusiasmo con cui ha accolto la nomina: sono certo che questa è una buona base di partenza per fare un ottimo lavoro. Come sempre l’amministrazione comunale sarà disponibile a intessere un rapporto di dialogo e di collaborazione per il bene del museo e di tutta la città.

Ringrazio Marco Pierini, che ha ricoperto ad interim la direzione della Galleria, per la competenza e professionalità con cui in questi ultimi mesi ha traghettato la delicata fase di passaggio. Sarò felice di accogliere in città appena possibile il nuovo direttore Gallo».