Centro Pagina - cronaca e attualità

Cultura

A Trecastelli i “mille volti di Nori De’ Nobili” per la giornata internazionale della donna

Sabato 9 marzo l'inaugurazione dell'esposizione al centro studi di Ripe: foto, video e sculture per una reinterpretazione quasi tutta al femminile

La locandina della mostra "Millevolti – nove artisti reinterpretano le opere di Nori De' Nobili"
La locandina della mostra "Millevolti – nove artisti reinterpretano le opere di Nori De' Nobili"

TRECASTELLI – Le opere di Nori De’ Nobili riviste da nuovi occhi. È la sfida al centro della nuova mostra che verrà inaugurata sabato 9 marzo al Villino Romualdo, sede del Centro Studi sulla Donna nelle Arti Visive Contemporanee e museo intitolato proprio all’artista di origini pesaresi.

La mostra s’intitola “Millevolti – nove artisti reinterpretano le opere di Nori De’ Nobili”, a cura di Simona Zava ed è realizzata in occasione del mese di marzo in cui si celebra la Giornata internazionale della donna.

Un nuovo sguardo “quasi” tutto al femminile sulle opere che hanno contraddistinto la vita dell’artista che aveva trascorso parte della sua gioventù proprio a Ripe di Trecastelli. Dei nove artisti appartenenti al territorio marchigiano e protagonisti dell’esposizione, sette sono donne: Patrizia Lo Conte, Anna Mancini, Anna Mencaroni, Letizia Palazzesi, Stefania Piccioni, Stefania Ronchini e Susan Vici. Ci saranno inoltre lo scultore Leandro Memè e l’artista Alfonso Napolitano.

Rielaborazioni fotografiche, video e scultura saranno al centro della mostra che si inaugura alle ore 18:30 con nuovi racconti, nuove opere, nuovi linguaggi in omaggio alla figura di donna e artista di Nori De’ Nobili.

L’esposizione è promossa dalla Città di Trecastelli e dal Museo Nori De’ Nobili, in collaborazione con il Musinf di Senigallia e ha il patrocinio della Commissione per le Pari Opportunità tra uomo e donna della Regione Marche. L’ingresso e le visite guidate, per singole persone e gruppi, sia alla mostra che al museo, sono gratuiti.