Centro Pagina - cronaca e attualità

Cultura

Tornano le Giornate di Fotografia: primo appuntamento a Morro d’Alba

Primo appuntamento è domenica 6 maggio nella terra della Lacrima dove si parlerà dei vari aspetti legati al mercato della fotografia in Italia

Un incontro delle Giornate di Fotografia 2016 a Morro d'Alba. Foto di Andrea Balerci
Un incontro delle Giornate di Fotografia 2016 a Morro d'Alba. Foto di Andrea Balerci

MORRO D’ALBA – Tornano nelle Marche le Giornate di Fotografia 2018. Settima edizione con eventi, gratuiti, sulla fotografia per tutto il mese di maggio, in varie città a partire dalla terra della Lacrima, in collaborazione con il Comune di Morro d’Alba. Come sempre a parlare del tema giornate, che quest’anno è “Fotografia e Mercato: quale valore alla fotografia?”, ci saranno esperti di fama nazionale e fotografi.

Si comincia da Morro d’Alba dove domenica 6 maggio alle ore 15 Michele Smargiassi – giornalista di Repubblica – animerà assieme a Paola Riccardi – curatrice – la prima conferenza sul tema. “Fotografia e Mercato: quale valore alle immagini?” questo il titolo della conferenza.

L’incontro costituisce l’appuntamento d’apertura del mese e sarà l’occasione principale in cui dibattere sui vari aspetti legati al mercato della fotografia in Italia. Quali sono le logiche che governano il mercato e a quali necessità rispondono? L’incontro sarà inoltre un importante momento per discutere alcuni argomenti di particolare interesse per collezionisti e artisti: la questione molto dibattuta del valore di un vintage rispetto a una stampa moderna e lo spinoso “problema” della tiratura.

Una fotografia di Mario Lasalandra

Durante la mattinata invece, in un workshop tenuto dalla curatrice Paola Riccardi si parlerà dei principali elementi che vanno a costituire la carriera di un fotografo (e di un artista in genere) puntando l’attenzione sulle giuste tecniche e le modalità di promozione del proprio lavoro da mettere in atto per renderlo visibile presso il pubblico, il mondo del collezionismo, galleristi, critici, curatori. Si parlerà di social networks, di come e perché avere un proprio sito e a chi indirizzarlo, di cosa significa avere uno stile riconoscibile, di come si realizza, in termine di promozione, un’immagine coordinata, degli errori da evitare e delle buone pratiche da mettere in atto.

Exit mobile version