Centro Pagina - cronaca e attualità

Cultura

A Pesaro torna Popsophia con Baudelaire e i Doors per l’omaggio a “I fiori del male”

A 200 anni dalla nascita del poeta maledetto, il festival diretto da Lucrezia Ercoli indagherà la filosofia pop, in piazza del Popolo dall'1 al 3 luglio

Popsofia a Pesaro

PESARO – A 200 anni dalla nascita di Charles Baudelaire, il festival della pop filosofia Popsophia torna a Pesaro per un omaggio all’autore de “I fiori del male” nel primo weekend di luglio. Evento speciale il 3 luglio dedicato a Jim Morrison.

Dopo il tema Realismo Visionario del 2020, Popsophia torna a Pesaro con la sua direttrice artistica Lucrezia Ercoli ad indagare i fenomeni pop della cultura di massa. Il tema scelto per l’edizione 2021 è Paradisi artificiali dall’opera di Baudelaire nell’anniversario della nascita. Uno spunto attraverso il quale il festival vuole raccontare le estasi e i risvegli del giorno dopo, il ritorno alla normalità dopo le ebbrezze del sogno. Come al solito nel format ormai consolidato a Pesaro in piazza del Popolo si alterneranno ospiti e studiosi per approfondire l’eterna dualità fra il peccato e la morale, la fascinazione dell’abisso e la necessità di infinito, l’effimero e il necessario. E per evocare questo scenario culturale l’immagine scelta dal festival per questa edizione è altrettanto suggestiva e perturbante. Si tratta della fotografia artistica di Salvador Dalì “In voluptas mors”. Un’immagine potente con 7 corpi femminili (i 7 peccati?) nudi e ammonticchiati che da lontano ricompongono il simulacro di un teschio.

Pesaro Popsophia 2020

Ma nella giornata centrale del weekend pesarese ci sarà spazio anche per un momento musicale dedicato al “poeta maledetto” Jim Morrison, per rivivere le sue esperienze e le sue ispirazioni. Sabato 3 luglio 2021 a cinquant’anni dalla morte dello straordinario cantautore, avvenuta a Parigi il 3 luglio 1971, il giornalista e conduttore televisivo Carlo Massarini ne ripercorrerà la vita e la carriera artistica. Ad accompagnare l’ospite durante il philoshow sarà l’ensemble musicale Factory, che ammalierà il pubblico eseguendo dal vivo i brani più celebri di Morrison, davanti ai suggestivi videoclip proiettati dalla regia.

Lucrezia Ercoli, direttrice del festival

«Con i Doors musica, filosofia, poesia, arte e cultura pop si uniscono in un’esperienza creativa e visionaria unica nel suo genere – spiega Lucrezia Ercoli –. Popsophia, celebrando l’anniversario della morte di Jim Morrison, vuole far risuonare il linguaggio esoterico del poeta maledetto del rock che attraverso la musica vuole aprire “le porte della percezione», come recita il verso del poeta William Blake che dà il nome al gruppo.” La giornata verrà realizzata in collaborazione con The Doors Italian FanClub e con il co-fondatore pesarese Massimo Piscaglia.

«Popsophia è una presenza fissa dell’estate pesarese – ha ricordato l’assessore alla Bellezza Daniele Vimini –, un appuntamento atteso per i risvolti culturali e per la contaminazione di arti, che è capace di suggerire fra musica, filosofia, utilizzo del digitale e narrazione. Un format contemporaneo che incontra alla perfezione la vocazione di Pesaro come città viva e innovativa, dinamica e capace di suggerire sempre nuove espressioni» .

«Pesaro è pronta a ripartire. Lo faremo dalla cultura, dalla bellezza e dai tanti eventi che siamo pronti ad ospitare, organizzati in sicurezza – ha detto il sindaco Matteo Ricci –. Ci auguriamo che possa essere una straordinaria estate di rinascita e di vivacità culturale. Popsophia va in questa direzione, un festival che alza ancora di più l’asticella vista la tipologia dei temi trattati. E forse non è un caso che le suggestioni scelte per questa edizione dal festival, Dalì e i Doors, siano anche al centro della celebrazione dantesca in corso al Centro Arti Visive Pescheria».