Valentina Picello migliore attrice teatrale emergente

Vince il Premio Fondazione De Mari. Si è distinta nella pièce "La scuola delle mogli", diretta da Arturo Cirillo per MARCHE TEATRO. Uno spettacolo che ha raccolto successi sul territorio nazionale e che da novembre ripartirà in tournée per un secondo anno di repliche

Arturo Cirillo e Valentina Picello
Arturo Cirillo e Valentina Picello ne "La scuola delle mogli" (Foto: Luca Del Pia)

SAVONA – Lo spettacolo La scuola delle mogli di Molière, di e con Arturo Cirillo e prodotto da MARCHE TEATRO, ha raccolto successi nel savonese, all’interno del Festival di Borgio Verezzi. Una delle sue interpreti, Valentina Picello, che nella pièce incarna il personaggio di Agnese, ha vinto il Premio Fondazione De Mari, destinato ogni anno “all’attore o all’attrice emergente che si sia particolarmente distinto al Festival di Borgio Verezzi”. Questa la motivazione: “Per aver magistralmente interpretato il personaggio di Agnese ne La scuola delle mogli di Molière. Diretta da Arturo Cirillo per MARCHE TEATRO, si è meritata gli applausi del pubblico e gli elogi della critica“.

Lo spettacolo teatrale ha chiuso con successo di pubblico e critica le date del primo anno di tournée. Dopo aver provato la scorsa estate ad Ancona, ha poi debuttato al Festival di Borgio Verezzi ed è stato in scena a Roma ai Giardini di Palazzo Venezia, per poi toccare durante l’inverno una quindicina di città italiane (Civitanova Marche, Casalmaggiore, La Spezia, Reggio Emilia, Crema, Milano, Urbino, Cesena, Napoli, chiudendo la stagione a “casa”, ad Ancona al Teatro delle Muse). Da novembre La scuola delle mogli ripartirà in tournée per un secondo anno di repliche.

La produzione è di MARCHE TEATRO, Teatro dell’Elfo, Teatro Stabile di Napoli.